A Orvieto "Judo Scuola Day". Cintura nera ad honorem alla sindaca Tardani e al mitico “Django” Franco Nero

A Orvieto "Judo Scuola Day". Cintura nera ad honorem alla sindaca Tardani e al mitico “Django” Franco Nero

di M.R.

Per iniziativa dell’associazione Sportiva Dilettantistica Judo Yawara Orvieto - Kumiai, venerdì 30 settembre dalle ore 9, al PalaPapini di Orvieto, si terrà la manifestazione “Judo Scuola Day”. Judo Scuola Day, evento patrocinato dal comune di Orvieto / assessorati allo Sport e alle Politiche Giovanili e Scolastiche, dal Coni, dalla Fijlam - Federazione Italiana Judo Lotta Karate Arti Marziali, dal comitato Regionale Umbria Fijlkam, Csen, dalla Croce Rossa e Protezione Civile di Orvieto, sarà una giornata di sport dedicata a bambini e ragazzi delle scuole di ordine e grado che proveranno a salire sul “tatami” insieme ad alcuni ragazzi judoka e tecnici della disciplina Judo per conoscerla come una attività rivolta a tutti: bambini, ragazzi, donne, adulti di tutte le età.

Per l’occasione, alle 11, il Maestro Franco Penna consegnerà la cintura nera ad honorem Csen alla sindaca di Orvieto, Roberta Tardani ed al mitico “Django” Franco Nero, socio fondatore del Judo Yawara Kumiai.

«Al PalaPapini di Orvieto - spiegano gli organizzatori la cui mission è quella di far conoscere e trasmettere il Judo -  bambini e ragazzi avranno l’opportunità di iniziare a conoscere ed apprezzare una disciplina olimpica, un metodo educativo, uno sport sano che ha il compito di formare fisico, spirito, controllo di se, autostima, altruismo, empatia. Aspetti e valori che in un momento storico come quello che stiamo vivendo, o meglio in un’era in cui la pandemia ed ora la crisi energetica ed economica e poi la guerra in atto sempre più minacciosa ci hanno costretti e ci costringono a vedere il mondo dalla televisione e dai social. I nostri ragazzi - continuano i promotori dell'evento - hanno sofferto moltissimo l’esilio forzato lontani dalla realtà vivendo situazioni che hanno lasciato in loro segni, forse indelebili, nello spirito e nelle menti provocando ribellione, rabbia, bullismo ed incrementando il fenomeno del cyber bullismo».

«Quella di Orvieto - continuano - non sarà soltanto una dimostrazione di Judo, ma anche l’anticipazione di tematiche contro il bullismo e la violenza sulle donne purtroppo troppo spesso raccontati dalle cronache, grazie ai contributi di: M° Renato Vinassa, Direttore Sportivo del Gruppo Kumiai Italia – già Tecnico Judo delle Fiamme Azzurre pluricampione Italiano, Istruttore III livello Mga Metodo Globale di Autodifesa; Massimiliano Pasca Direttore Tecnico del Judo Yawara Kumiai di Orvieto e Capo Allenatore della Nazionale Italiana Cadetti  (ragazzi 15-17 anni); M° Gianfranco Greco Presidente e Tecnico del Judo Yawara Kumiai e M° Franco Penna Responsabile Nazionale Csen settore Judo».

Non mancheranno i messaggi augurali, attraverso contributi video, del Presidente del Coni, Giovanni Malagò ed il Vice Presidente della Fojlkam– Federazione Italiana Judo Lotta Karate ed Arti Marziali il Colonnello dei Carabinieri, Giuseppe Matera.

Alla manifestazione parteciperanno, tra gli altri l’ssessore allo Sport, Carlo Moscatelli, l’assessora alle Politiche Giovanili e Scolastiche, Alda Coppola, i Dirigenti Scolastici delle scuole orvietane e rappresentanti di: Coni, Fijlkam, Comitato Regionale Fijlkam, Csen, Croce Rossa e Protezione Civile.

«Lo judo manca da Orvieto ormai da circa 30 anni - spiegano ancora gli organizzatori - e il “Judo Scuola Day”  vuole essere l’auspico perché questa disciplina torni ad essere punto di riferimento per i giovani nella società civile locale e per tutti coloro che vogliano sviluppare le qualità che essa può insegnare contribuendo a sensibilizzare le giovani generazioni al buon comportamento, a stare lontani dal bullismo e dalle prevaricazioni e provocazioni, evitarlo, dedicandosi soprattutto a sani principi come la famiglia, la scuola e lo sport per diventare delle persone migliori.

Non meno importanti e determinanti per il raggiungimento di questi obiettivi sono le Istituzioni locali, Comune od altri Enti, che gli organizzatori della manifestazione intendono sensibilizzare affinché si adoperino al meglio per trovare sedi sportive adeguate alle Associazioni dilettantistiche che praticano il Judo, dal momento che nel territorio provinciale vi è una notevole carenza di impianti sportivi».

«I grandi Campioni nascono e partono dalle Associazioni Sportive Dilettantistiche - spiegano infatti gli organizzatori del “Judo Scuola Day” - a cui non mancherà la maschera animata dell’orso Kuma mascotte del Judo Yawara Kumiai che con le sue follie farà incursioni sui “tatami” per divertire i bambini».

 

-----------------------

Una disciplina, il Judo, nata come metodo educativo, il cui fondatore Prof. Jigoro Kano già pedagogo e preside di vari Istituti scolastici in Giappone e consulente per il Ministero dell’Istruzione fin dal 1882, ha reso popolare sino ad istituirlo come sport nazionale e metodo di cultura per addestrare corpo e spirito in tutte le scuole di ordine e grado con l’intento di contribuire a rendere la società migliore, tanto da essere riconosciuto dal Cio come miglior metodo educativo al Mondo - Riconosciuto Patrimonio Dell’Umanità dall’Unesco.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 29 Settembre 2022, 20:06
© RIPRODUZIONE RISERVATA