Indebitarsi per viaggiare, il 43% degli italiani non può permettersi una vacanza ma i giovani chiedono prestiti

Indebitarsi per viaggiare, il 43% degli italiani non può permettersi una vacanza ma i giovani chiedono prestiti

Che cosa non si fa per una foto con sullo sfondo uno scenario da sogno. Che sia una spiaggia con un mare cristallino o un bosco incontaminato, l'importante è andare lontano e possibilmente "documentare sui social". C'è gente pronta a indebitarsi pur di trascorrere le ferie in posti esotici che non sono alla portata di tutte le tasche. Nei soli primi 5 mesi del 2019 sono stati erogati oltre 72 milioni di euro in prestiti destinati a coprire le spese legate alle vacanze. I richiedenti sono solitamente giovani e con un reddito basso.

Chi chiede un prestito per viaggiare ha davanti a sé quattro anni di rate. È quanto stima un'indagine di Facile.it e Prestiti.it su un campione di oltre 95.000 domande di finanziamento presentate dal 1° gennaio al 31 maggio attraverso i due portali. Tra i dati emersi c'è, inoltre, l'incremento del 30% delle domande per importi superiori ai cinquemila euro, nonostante la cifra più significativa oscilli tra i due e i cinque.

Un altro dato significativo è quello relativo al calo degli importi medi richiesti, i piani di ammortamento si sono allungati, passando da 45 a 51 rate (vale a dire poco più di 4 anni). C'è anche chi spende diecimila euro per pagare le proprie vacanze, ma è in calo rispetto agli anni precedenti. In Italia chi chiede un prestito ha più di 43 anni, ma se lo fa per viaggiare l'età media si abbassa. A scegliere questa tipologia di prestito sono soprattutto gli under 30. 

Un quadro in linea con la ricerca secondo la quale il 43,7% degli italiani non può permettersi una settimana di vacanza all'anno. Lo rileva Eurostat, basandosi su dati del 2018 e segnalando una media europea molto più bassa, al 28,3%.
 
Venerdì 2 Agosto 2019, 15:28
© RIPRODUZIONE RISERVATA