Al Salone della Sagre di Ferrara i profumi e i sapori di tutto lo Stivale

Al Salone della Sagre di Ferrara i profumi e i sapori di tutto lo Stivale

Perché accontentarsi di un solo evento, quando se ne possono vivere più di cento muovendo solo pochi passi? E’ questa la filosofia alla base del Misen, il Salone Nazionale delle Sagre che il 14 e il 15 aprire tornerà a riempire i padiglioni della Fiera di Ferrara dei profumi e dei sapori delle tradizioni culinarie di tutta Italia. Un evento unico che riesce ogni anno a celebrare le nozze tra la cucina di qualità e la tradizione: con un solo biglietto d’ingresso, i visitatori potranno consumare i piatti di tutte le sagre presenti e trascorrere piacevolmente un fine settimana tra attrazioni, cooking show, gare, performance, balli e shopping.
Intorno alla gastronomia ruoteranno infatti diversi appuntamenti come le disfide del cappellaccio ferrarese e della salama, le degustazioni del nocino tipico e dell’aceto balsamico tradizionale di Modena, oppure la sfoglia da record preparata al momento con oltre 120 uova. Senza dimenticare i corsi, le dimostrazioni, un’area dedicata alla vendita di prodotti di qualità e “I sapori della tradizione Ferrarese”, l'unico ristorante che servirà al tavolo le specialità delle sagre. Il ricco programma strizzerà l’occhio anche alla musica - con le migliori orchestre del territorio e Bobby Solo, ospite d’onore di sabato - agli hobby più originali e bizzarri, al modellismo e ai mercatini creativi con l'angolo dell'ingegno, del riuso e dell'artigianato.
Dall’Emilia-Romagna a Lombardia, a Rovato è entrato nel vivo il “Mese del manzo all’olio”, la festa dedicata al piatto principe di un intero territorio. Fino al 30 aprile, undici ristoranti del paese della Franciacorta proporranno menù speciali (e a prezzi ridotti) a base di manzo all’olio con polenta ed altre specialità locali: casoncelli della tradizione bresciana, taglieri di affettati, risotto con zucca e provola, lumache saltate, tagliatelle al salmì, risotto ai porcini e dolci. All’epoca della Repubblica di San Marco, Rovato sorgeva proprio lungo l’asse di scambio Venezia-Milano: è su questa direttrice che i mercanti portavano anche merci provenienti dal mare come le acciughe, che non a caso sono uno degli ingredienti principali del manzo all’olio. 
E sarà festa anche in Sardegna con una delle manifestazioni più amate della primavera sull’isola, che con le sue celebri infiorate attira in uno splendido paese dell’Ogliastra migliaia di visitatori: “Tortolì in Fiore” torna il 13, 14 e 15 aprile con un tema che verte quest’anno su “Forme, luci e colori”, con particolare riferimento alle infiorate artistiche che ricorderanno lo stile dei mandàla (la rappresentazione simbolica del cosmo tipica di induismo e buddismo). Anche nell’edizione 2018 saranno presenti la fiera mercato, le mostre e i laboratori, oltre a tanta musica e intrattenimenti vari; davvero imperdibile l’appuntamento con le storiche maschere dei Mamuthones e con lo Street Food in Fiore, con la presenza di specialità culinarie provenienti da ogni angolo della Penisola.
Mancano infine solo pochi giorni per iscriversi e partecipare alla “Quattro Ville in Fiore” di Tassullo; non una semplice gara podistica, ma un’occasione unica per immergersi nei colori, nei profumi e nella storia della Val di Non: la manifestazione attraverso la quale il borgo in provincia di Trento dà il benvenuto alla primavera tornerà domenica 22 aprile tra panorami mozzafiato e romantici castelli.
 
Giovedì 12 Aprile 2018 - Ultimo aggiornamento: 12:06
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME