Sagne strasciate e spaghetto dei carbonai, primi piatti della tradizione in tavola dal Lazio all’Umbria

Sagne strasciate e spaghetto dei carbonai, primi piatti della tradizione in tavola dal Lazio all’Umbria

Nei borghi d’Italia il mese di luglio si saluta all’insegna di gustosi e irresistibili primi piatti.

E’ il caso di Paganico Sabino, che con le sagne strasciate porterà in tavola la sua storia e le sue migliori tradizioni gastronomiche; l’appuntamento è fissato per domenica 29 luglionel paese in provincia di Rieti, che sorge proprio sulle rive del Lago del Turano. Per realizzare questo primo piatto, le massaie del posto seguono ancora oggi un’antichissima ricetta: realizzano a mano una sfoglia con farina, acqua e uova che viene strappata in piccoli lembi, cotti e conditi con i prelibati funghi porcini raccolti nei boschi della zona: il risultato è una vera e propria delizia da assaggiare insieme a porchetta, pane e vino rosso. La giornata di festa partirà alle 11 con quattro imperdibili  esposizioni sulla storia, la cultura e le tradizioni del posto; stand con i prodotti tipici del territorio saranno allestiti nelle vie del borgo e, dopo il pranzo a base di sagne strasciate nel Centro Diurno con posti coperti da capienti tensostrutture, si andrà avanti fino a tarda sera con arrosticini, birra e musica dal vivo. Nel paese di 200 abitanti dove il tempo sembra essersi fermato, saranno anche organizzate escursioni guidate alla Chiesa dell’Annunziata - che conserva splendidi affreschi Cinquecenteschi - mentre a disposizione dei visitatori ci sarà un comodo servizio gratuito di bus navetta.
Storia e cucina si fonderanno invece alla Sagra dello spaghetto dei carbonai, che fino al 29 luglio animerà il borgo umbro di Fratticiola Selvatica. Il paese in provincia di Perugia fu fondato proprio dai carbonai, dal momento che le sue caratteristiche geografiche erano idonee a questo particolare tipo di lavoro. Lo stand gastronomico proporrà spaghetti alla carbonara e all’amatriciana, fagioli con le cotiche, coratina di agnello e la tipica torta al testo farcita; e a fare il resto saranno gli spettacoli musicali, la rassegna del mulo e del cavallo da soma, il palio del carbonaio e una mostra fotografica allestita nel centro storico del paese.
Risalendo la Penisola fino alla provincia di Trento, si viaggerà indietro nel tempo a Cavareno, dove dal 29 luglio al 5 agostofisarmoniche, profumi della cucina tradizionale e rappresentazione di antichi mestieri popoleranno i vicoli e piazze della località della Val di Non per la “Festa della Charta della Regola”: si tratta di una rievocazione storica degli antichi ordinamenti comunali, che prende il nome della Charta di Cavareno, trascritta nel 1632 con tutte le regole della vita associata. 
E se il 4 e il 5 agosto Monteleone Sabino (Rieti) celebrerà la Sagra delle fettuccine alla trebulana - un delizioso primo piatto condito con piselli, pomodoro, funghi, prosciutto e pancetta - il 5 agosto sarà festa grande anche ad Ascrea, sempre in provincia di Rieti, dove andrà in scena la Sagra delle fettuccine ai funghi porcini, che da queste parti crescono abbondanti e di ottima qualità.
Giovedì 26 Luglio 2018 - Ultimo aggiornamento: 15:44
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2018-07-27 16:56:14
W Ascrea e le buonissime fettuccine ai funghi porcini!!! Siete i migliori!!!
DALLA HOME