Sapori di mare, crescia e frittelloni nel menù settimanale proposto dalle sagre

Sapori di mare, crescia e frittelloni nel menù settimanale proposto dalle sagre

Da sempre, Ancona è una città di terra che si proietta sul mare. Il capoluogo marchigiano diventerà dal 16 al 19 maggio il cuore pulsante dei sapori dell’Adriatico con la sesta edizione di Tipicità in blu. Al Mercato ittico, punto di ritrovo dei pescatori dopo le battute di pesca, sarà allestito il Blu Village, dove sarà possibile assaggiare le prelibatezze di mare: pesci e molluschi in ricette tradizionali e rielaborazioni attuali, in abbinamento ai vini regionali e ai prodotti della biodiversità agricola. A Marina Dorica, porto turistico della città, è in programma un contest di pittura su vela ed una performance di musica con strumenti di plastica riciclata, a ricordare l’importanza dell’equilibrio nel rapporto tra uomo e mare; tuttavia, l’evento clou ambientato in questo bellissimo approdo sarà la Sailing Chef, regata velica caratterizzata da un’ardita prova di cucina a bordo. La Mole Vanvitelliana ospiterà un ricchissimo programma di performance artistiche con volti noti, nonché le “Giornate della pesca”, con laboratori e mostre che esalteranno il ruolo ed il futuro di questa importante attività primaria. L’Arena del mare, base di partenza per esclusive minicrociere gourmet che raggiungeranno la pittoresca baia di Portonovo garantendo un’esperienza emozionante e gustosa, la domenica sarà teatro di una rievocazione che ricorderà momenti epici della storia marinara anconetana.

Restando nelle Marche, Frontone aprirà le sue porte il 18 e il 19 maggio per la festa dedicata alla crescia e al fungo spignolo. Protagonista indiscussa di “Sapori e profumi di Primavera” sarà la crescia del paese in provincia di Pesaro e Urbino, una tradizione secolare che quest’anno si fregia per la prima volta della denominazione comunale e sarà a disposizione dei visitatori con assaggi in molteplici versioni, oltreché all’interno del percorso espositivo ed anche nei locali di ristorazione della cittadina. Nel percorso espositivo che si snoda lungo il viale principale del paese, si potranno degustare prodotti della montagna e ricette a base di erbe trovate e funghi spignoli, oltre ad acquistare prelibatezze provenienti da tutto il comprensorio del Catria. Nella giornata di sabato, invece, il consorzio Terre del Catria offrirà un percorso guidato alla scoperta dei funghi e delle erbe dell’omonomo monte. Si arriverà in quota con la nuovissima cabinovia, inaugurata recentemente ed in grado di trasportare gli escursionisti, comodamente e con una visione altamente panoramica, fino al rifugio Cotaline posto a 1.400 metri di altezza: da qui alle 10 si partirà per un’esplorazione e si ritornerà alle 12.30 per un pranzo in rifugio, a base di funghi spignoli e di tante altre specialità del luogo.

Nel Lazio è invece in programma un grande tour enogastronomico tra le delizie del territorio, da percorrere in due imperdibili fine settimana: Civita Castellana, splendido centro della Tuscia viterbese, aprirà le sue porte dal 17 al 19 e dal 24 al 26 maggio per l’ottava edizione della “Fiera Nazionale delle Sagre e della Pasta”. Dalla mattina alla sera, indossata “l’armatura di ordinanza” – un sacchetto di cotone, un bicchiere e un piatto di ceramica, perché Civita Castellana è nota in tutto il mondo anche per i suoi maestri del coccio – i visitatori potranno partire alla volta di un indimenticabile viaggio nel gusto a partire dalle specialità locali: i “frittelloni”, delle sfogliatine sottilissime condite con pecorino e pepe e le zuppe della Signora Ida; ci sarà poi spazio per la trippa e i fagioli de ‘zi Maria e per i prelibati gnocchi di patate proposti dalla Pro Loco di San Lorenzo Nuovo. Sarà impossibile resistere a un simile richiamo di sapori, colori e profumi, che vedrà anche la partecipazione delle scuole alberghiere di Magliano Sabina e di Civita Castellana e dell’associazione Cuochi d’Italia. Sabato 18 e sabato 25 maggio è in programma l’apericena in collaborazione con Rds, con i ristoranti del territorio che proporranno il loro primo piatto più gustoso; al contempo, sarà possibile visitare la Mostra nazionale della ceramica artistica, allestita fino al 30 giugno nel centro storico.
Mercoledì 15 Maggio 2019, 18:03
© RIPRODUZIONE RISERVATA