Sagre, si festeggia ad Ascoli Piceno, Castel di Tora, Canterano e Forcelle di Tornimparte

Sagre, si festeggia ad Ascoli Piceno, Castel di Tora, Canterano e Forcelle di Tornimparte

Le olive ascolane, le specialità tipiche del lago del Turano, gli strozzapreti e gli stringozzi sono le delizie proposte, dalle Marche al Lazio fino all’Abruzzo, nel weekend del gusto e delle antiche tradizioni. 
Fino al 19 agosto il centro storico di Ascoli Piceno si vestirà a festa per l’Ascoliva Festival, il Festival mondiale dell’oliva ascolana del Piceno Dop. In piazza Arringo è già allestito il Villaggio dell’Oliva, dove viene dato ampio spazio ai migliori produttori locali; nel ricco programma spiccano eventi cultural-gastronomici, laboratori, musica e tante altre iniziative. I visitatori, acquistando un ticket, possono scegliere tra le degustazioni a disposizione e pranzare o cenare nel Giardino dell’Oliva, all’interno del palazzo comunale. Della loro qualità scrissero Catone, Varrone e Marziale, e grandi estimatori delle olive ascolane furono Gioacchino Rossini e Giacomo Puccini; anche Giuseppe Garibaldi ebbe modo di assaggiarle il 25 gennaio 1849, durante il suo breve soggiorno in città: il generale ne rimase colpito e tentò di coltivare a Caprera le piantine avute dal suo fedele amico Candido Augusto Vecchi, ma non riuscì nel suo intento.
Spostandosi nel Lazio, venerdì 17 agosto a Castel di Tora si trascorrerà una serata con un occhio rivolto verso il cielo, e l’altro verso le delizie servite in tavola: giunta alla 13esima edizione, “Mangiando sotto le stelle” abbina le degustazioni enogastronomiche alla possibilità di godere dello spettacolo che offre la volta celeste vista dagli alti affacci dell’antica Castelvecchio in provincia di Rieti, circondati dalle costellazioni dello Zodiaco e dalla Via Lattea. Tra spettacoli folcloristici e musicali, il percorso gastronomico prenderà il via alle 19con la trippa alla romana, i fagioli con le cotiche, le pizze fritte, gli arrosticini e le salsicce alla brace e due specialità tipiche del Turano, la paranza e il filetto di persico reale; ci sarà spazio anche per l’amatriciana preparata dalla Pro Loco di Amatrice, per i dolci e per una degustazione dei migliori vini del territorio. Terminata la cena, basterà alzare gli occhi per lasciarsi rapire dalle centinaia di stelle che illuminano il paese, arroccato sulle rive del Lago del Turano e considerato uno dei borghi più belli d’Italia.
E sarà festa grande anche a Canterano, dove domenica 19 agosto andrà in scena un gemellaggio ideale tra le tradizioni gastronomiche degli Appennini laziali e quelle musicali della Puglia: la “Sagra degli strozzapreti pizzicati” è diventata in poco tempo uno degli appuntamenti estivi più attesi della provincia di Roma, per il gusto irresistibile di un’antica ricetta e per l’effetto entusiasmante della danza popolare. Teatro della manifestazione sarà Piazza Roma, cuore pulsante del borgo, una piccola bomboniera a pochi passi dal fiume Aniene: da qui si possono ammirare dall’alto i monasteri di San Benedetto e di Santa Scolastica, oltre al maestoso Monte Livata. Lo stand gastronomico aprirà alle ore 19e la pasta fatta in casa realizzata con acqua e farina - servita a richiesta anche con condimento non piccante - sarà accompagnata da salsicce e porchetta, patate arrosto e vino locale offerto dagli organizzatori; terminata la cena ci si scatenerà ai ritmi della pizzica salentina, con balli sfrenati che andranno avanti fino a tarda notte. 
Un altro primo piatto della tradizione, gli stringozzi, sarà infine protagonista a Forcelle di Tornimparte, grazioso borgo in provincia dell’Aquila che dal 17 al 19 agosto aprirà le sue porte per la Festa del contadino. Saranno tre giorni dedicati alla riscoperta delle tradizioni tra ricette deliziose, la mostra dei prodotti agricoli e artigianali della Majella e momenti dedicati alle associazioni del territorio, allo sport e al folclore. Nel ricco programma grande spazio sarà dato alla gastronomia tipica tornimpartese, con la sagra degli stringozzi alla contadina, e alla musica con l’evento clou di sabato 18 agosto: il concerto gratuito della Bandabardò, che prenderà il via alle ore 22.  
 
Martedì 14 Agosto 2018 - Ultimo aggiornamento: 16:02
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
DALLA HOME