“Kew Gardens”, cortili segreti e distese di campanule: tour virtuale tra i giardini più belli della Gran Bretagna
di Sabrina Quartieri

“Kew Gardens”, cortili segreti e distese di campanule: tour virtuale tra i giardini più belli della Gran Bretagna

L’estate è ormai alle porte e l’Italia si prepara a vivere i mesi caldi all’insegna del distanziamento sociale. Con gli ingressi contingentati in spiaggia (e quindi non per tutti) e le capacità ridotte nei bar e ristoranti, le famiglie poi hanno iniziato a ripensare le vacanze, immaginando una nuova formula che includa - per la fase 2 dell’emergenza sanitaria - tintarelle, pranzi e cene più in giardino o in terrazzo, che fuori. Così, in questi weekend di primavera, si fanno le prove generali e ci si dedica a sistemare gli spazi esterni, per rendere più gradevole la villeggiatura anche “tra le mura domestiche”. E per i “pollici”​ verdi in cerca di ispirazione su piante e arredi, arriva in soccorso un tour virtuale d’eccezione, per andare alla scoperta, comodamente dal divano di casa, di alcuni tra i giardini più belli del mondo: quelli della Gran Bretagna.
 
 


La prima visita a portata di clic è a “Kew Gardens”, l’orto botanico reale di Londra Patrimonio dell’Umanità Unesco. L’affascinante percorso si snoda tra la serra di vetro (la più grande al mondo) dallo stile vittoriano, l’elegante roseto e il grazioso laghetto con i cigni danzanti leggiadri e indisturbati. Il cinguettio melodioso degli uccelli è invece il protagonista di un rilassante viaggio tra i boschi puntellati di campanule del Regno Unito, molti dei quali gestiti dal “National Trust”. Nel video, disponibile online, si ammirano i siti “The Vyne” nell’Hampshire, “Sheffield Park and Garden” nell’East Sussex e “Hardcastle Crags” nel West Yorkshire. Le immagini a 360° degli “Hidcote Manor Gardens” del Gloucestershire, regalano invece un colpo d’occhio imperdibile su campi di papaveri, pareti di rampicanti e su uno stagno abbellito dalla presenza dei gigli.
 
Ancora: costruiti dal barone Ferdinand de Rothschild per ospitare feste stravaganti, “Waddeson Manor e i suoi giardini nel Buckinghamshire vantano una storia che risale al lontano 1880. Oggi, la casa padronale, la voliera per gli uccelli tropicali e i giardini possono essere ammirati sul web. La visita virtuale nei luoghi dei Reali britannici - con anche una “guida online” - è invece agli “Highgrove Gardens”, nella residenza privata del Principe Carlo. Il tour consente di osservare il maestoso gioco d’acqua a mosaico, il glicine in fiore e una insolita “stumpery” dominata da ceppi, tronchi e pezzi di corteccia. Gli amanti dei narcisi, infine, non devono perdere la “Gorsty House” con il suo incantevole giardino di due acri, che in primavera forma un grande tappeto giallo in fiore. Il “National Garden Scheme” ha dedicato alla dimora uno specifico tour con anche l’intervista video al proprietario. Un progetto pensato per raccontare il fiore nazionale del Galles, simbolo di buon auspicio.
Ultimo aggiornamento: Lunedì 25 Maggio 2020, 09:03
© RIPRODUZIONE RISERVATA