Passeggiate romantiche a distanza di sicurezza: tornano le visite al Giardino di Ninfa
di Sabrina Quartieri

Giardino di Ninfa, tornano le visite: passeggiate romantiche a distanza di sicurezza

Ha spalancato i cancelli per il suo primo weekend di visite del 2020 e ha registrato il pieno degli ingressi, con oltre tremila biglietti venduti. Definito dal New York Times in un articolo “il Giardino più romantico del mondo”, il parco di Ninfa si è risvegliato da un letargo più lungo del previsto a causa dell’emergenza Coronavirus, ed è tornato per onorare il suo centenario, che doveva essere celebrato a partire dallo scorso 21 marzo, quando l’Italia era in “lockdown”. La passeggiata nei nove ettari di bellezza ospitati a Cisterna di Latina e raggiungibili da Roma percorrendo la via Pontina, è un affascinante tour nel verde, ma a distanza di sicurezza, nel rispetto delle normative vigenti anti Covid-19. Il Giardino gestito dalla Fondazione Roffredo Caetani, d’ora in poi, resterà aperto - seppur con nuove regole - ogni weekend, oltre ai giorni festivi, fino al prossimo primo novembre.

Per acquistare il ticket di ingresso e prenotare la visita, ci si dovrà collegare al sito www.giardinodininfa.eu, ma sarà anche possibile presentarsi direttamente alla biglietteria, con il rischio però di non riuscire a entrare, nel caso di disponibilità giornaliera esaurita. Connettendosi al portale, si potranno leggere poi le informazioni relative alle norme sull’igiene e sul distanziamento sociale, riportate anche sulla pagina web www.frcaetani.it. Il Giardino terrà aperti i cancelli dalle ore 9 alle 18 fino a fine giugno; nei tre mesi di luglio, agosto e settembre la chiusura è prevista invece alle 18:30, mentre a ottobre e il primo novembre alle 15:30. I visitatori dovranno indossare sempre guanti e mascherine e all’ingresso riceveranno una mini guida (chi prenoterà online potrà scaricarla sul sito www.giardinodininfa.eu) che racconta la storia di Ninfa e indica il percorso da seguire.

La passeggiata sarà impreziosita da aneddoti e curiosità sul luogo narrati da collaboratori della Fondazione, presenti in alcuni angoli del parco. Non mancherà, nemmeno stavolta, il punto ristoro, ma per sedersi a pranzo è consigliato prenotare, telefonando allo 0773 1646843 oppure scrivendo una email a info@prodottipontini.it. Nonostante sia l’anno dell’emergenza sanitaria, «andremo avanti anche con gli eventi per il Centenario del Giardino di Ninfa - spiega il presidente della Fondazione Tommaso Agnoni -, comunicheremo di volta in volta le iniziative che svolgeremo anche in base alle indicazioni sul distanziamento sociale date da Governo e Regione. Nulla verrà lasciato al caso e, quando possibile, proseguiremo anche con iniziative online sui nostri social proprio per dare la possibilità a tutti di festeggiare insieme a noi questo momento straordinario», conclude Agnoni.

Il Giardino che fa parte del circuito de “I Parchi Letterari”, come ha raccontato in alcune interviste il direttore Antonella Ponsillo, «quest’anno si presenta più bello che mai e popolato da animali che, in alcuni casi, non si vedevano da tempo. Torniamo a Ninfa con una consapevolezza ancora più forte costituita dai sentimenti di rispetto per la natura e per la salvaguardia ambientale che erano tanto cari alla famiglia Caetani e che alimentano, da sempre, il nostro operato», conclude Ponsillo. L’eden, premiato come “Parco più bello d’Italia 2015 categoria parchi privati” e arrivato secondo nella competizione internazionale “European Garden Award 2018”, sezione “Eredità europea dei giardini e del giardinaggio”, viene visitato ogni anno da 100mila turisti. «Ma sarebbero molti di più - precisano i gestori - se la Fondazione non lasciasse anche riposare questo monumento naturale del Lazio per conservarlo al meglio».
Ultimo aggiornamento: Domenica 24 Maggio 2020, 14:18
© RIPRODUZIONE RISERVATA