Euro 2020: i tifosi preferirebbero vedere i propri avversari vincere piuttosto che rinunciare alla prossima vacanza. La ricerca di Booking.com
di Valentina Catini

Euro 2020: i tifosi preferirebbero vedere i propri avversari vincere piuttosto che rinunciare alla prossima vacanza. La ricerca di Booking.com

Ci siamo. Il fischio che darà il via agli Europei 2020 è atteso questa sera, allo stadio Olimpico di Roma, con la Nazionale italiana che sfiderà la Turchia. L’Europa ritrova il calcio, dopo un periodo di chiusure e sacrifici. L’anno alle nostre spalle ha portato alcuni cambiamenti che sono evidenziati nella ricerca Euroepan Football Fan commissariata dal colosso del Travel Booking.com, partner ufficiale di UEFA EURO 2020 per la prenotazione di alloggi e attrazioni.

 

Tale ricerca è stata condotta in modo indipendente su un campione di 11.341 sostenitori di UEFA 2020 di età pari o superiore ai 18 anni, in ben 15 mercati (Belgio, Croazia, Danimarca, Francia, Germania, Italia, Paesi Bassi, Russia, Spagna, Svezia, Inghilterra, Scozia, Galles, Turchia e Portogallo). Dopo oltre un anno di restrizioni dovute al Covid-19, quasi due terzi dei tifosi europei (63%), preferirebbe vedere i propri avversari vincere il torneo piuttosto che saltare la prossima vacanza. Nel dettaglio, circa il 70% dei tifosi italiani, ovvero sette su dieci, hanno dichiarato di preferire la vittoria dei rivali invece di rinunciare al prossimo viaggio e otto tifosi europei su dieci (l’83%) confermano di voler viaggiare per svago l’anno prossimo purchè sia sicuro farlo.

 

“Posso capire perché la ricerca di Booking.com mostra che così tanti fan italiani preferirebbero vedere la Germania, nostro principale rivale, vincere UEFA EURO 2020 piuttosto che rinunciare alla loro prossima vacanza, dopo l’anno difficile che abbiamo vissuto con la pandemia. Non sono sicuro che avrei risposto lo stesso quando giocavo!”- afferma l’ambasciatore UEFA Gianluca Zambrotta, campione del mondo 2006. In merito alla finale, La metà dei tifosi italiani – circa il 44% - ha indicato come avversario principale la Germania, seguita da Francia e Spagna. Per i restanti tifosi europei, oltre a queste tre squadre, c’è anche l’Inghilterra. Da questa ricerca è emerso anche un altro dato: circa due terzi dei tifosi Europei (il 67%) afferma di essere rivali sul campo ma amici nella vita, e che sia possibile andare d’accordo con chi tifa un’altra squadra.

 

“Da calciatore – ha affermato Zambrotta - che ha giocato per tanti anni ho instaurato tante amicizie durature che sono diventate rivalità in campo e viceversa. A Euro 2008 l’Italia ha perso una partita famosa e importante ai rigori contro la Spagna e alcuni dei miei buoni amici a livello di club come Andres Iniesta, Xavi e Carlos Puyol, erano nella squadra che ci ha battuto quella notte. Hanno continuato a vincere il torneo, ma dopo siamo rimasti ancora amici, e ovviamente sono stato contento per loro”. Qualche informazione su UEFA EURO 2020: il fischio del via si terrà a Roma questa sera, per poi competere in altre undici città europee. La finale si farà invece in Inghilterra a Wembley, in Inghilterra l’11 luglio. Sperando in cuor nostro, che almeno gli italiani, non la preferiscano davvero alle tanto attese vacanze.


Ultimo aggiornamento: Venerdì 11 Giugno 2021, 17:45
© RIPRODUZIONE RISERVATA