«WhatsApp vietato a chi ha meno di 16 anni»: l'ipotesi (possibile) da fine maggio

«WhatsApp vietato a chi ha meno di 16 anni»: l'ipotesi (possibile) da fine maggio

WhatsApp vietato a bambini e ragazzini minori di 16 anni? Potrebbe accadere presto. L'ipotesi è lanciata dal sito WABetaInfo, specializzato in Hi-Tech, che ricorda come l'età minima richiesta attualmente sia 13 anni.

Facebook, la novità: ora si possono controllare le app che utilizzano i dati personali


«Per rispettare le nuove condizioni di utilizzo» della app, disponibili in futuro, forse a partire «dal prossimo 25 maggio», scrive il sito, WhatsApp potrebbe (condizionale d'obbligo) richiedere che l'età di chi utilizza il servizio non sia più di almeno 13 anni ma «almeno di 16 anni».

Una limitazione che potrebbe rivoluzionare davvero la vita quotidiana di tanti genitori, che mettono in mano ai loro figli nemmeno adolescenti lo smartphone per controllarli e comunicare quotidianamente con loro quando sono fuori di casa.
Martedì 17 Aprile 2018 - Ultimo aggiornamento: 10:17
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2018-04-23 10:52:38
poi mi spiegano come faranno a verificare effettivamente l'età... ovviamente ci sarà un banner che chiederà se si ha più di 16 anni, tanto per levarsi di dosso qualche responsabilità. al minore non gliene frega niente di dichiarare il falso, ma perchè non ne conosce la gravità... è tutto un gioco per loro
2018-04-21 07:49:49
ma perchè, per controllare i figli ci vuole il wassup per forza? Basta usare il telefono per quello che è: telefonare.
DALLA HOME