Whastapp cambia policy, Chieffi: «Scelta di consapevolezza, sta a noi prendere una decisione»
di Daniele Chieffi*

Whastapp cambia policy, Chieffi: «Scelta di consapevolezza, sta a noi prendere una decisione»

Per la prima volta un'applicazione ci obbliga a prendere consapevolezza di cosa effettivamente fa con i nostri dati. Whatsapp (e quindi Facebook) ci ha imposto di prendere visione e accettare una modifica alle regole della privacy, pena la disabilitazione dell'app. Cosa cambia? Praticamente nulla se non l'avvertenza di un utilizzo più ampio dei nostri dati. È un bene o un male? È un bene che una piattaforma privata che offre servizi che noi paghiamo cedendo ad essa i nostri dati, ci renda il più consapevoli di cosa stiamo cedendo e come questi dati verranno usati. È un bene che finalmente ci sia una sanzione: accettazione o disabilitazione. È un bene che questa situazione accenda i riflettori su un tema di una delicatezza estrema: i dati che le piattaforme raccolgono tracciando le nostre azioni online e il modo in cui vengono utilizzati. Tema delicato perché processare i dati non ha un effetto solo di tipo commerciale - offrirci l'annuncio pubblicitario più personalizzato possibile - ma ha un ruolo nel modo stesso in cui noi ci costruiamo la nostra percezione della realtà.

 

Leggi anche > Whatsapp, nuove regole per la privacy: o si accettano o si è fuori. Cosa succederà davvero

 


La conclusione di questo ragionamento è che Facebook, da società privata, decide in piena autonomia le regole di utilizzo dei suoi servizi e che, molto correttamente, ci informa delle modifiche. Sta a noi prendere una decisione informata se cioè usare i servizi di Facebook and co. con le regole che il proprietario della piattaforma stabilisce e pagando questi stessi servizi con i nostri dati, oppure no e cancellare l'account. Per quanto mi riguarda continuerò a usare Whatsapp, più consapevole di prima e soddisfatto che Facebook abbia dato un segnale di cura della nostra consapevolezza, sperando non sia un episodio isolato.

 


* Giornalista e docente universitario


Ultimo aggiornamento: Martedì 12 Gennaio 2021, 08:27
© RIPRODUZIONE RISERVATA