Whatsapp Pay, pagare con l'App sarà facile come inviare un messaggio: ecco come funziona
di Silvia Natella

Whatsapp Pay, pagare con l'App sarà facile come inviare un messaggio: ecco come funziona

Arriva Whatsapp Pay, un nuovo sistema di pagamento che si servirà proprio della piattaforma di messaggistica istantanea. Pagare o inviare denaro sarà semplice come scambiarsi un messaggio in chat. La novità ha colpito gli utenti al punto che l'hastag whatsapp è balzato in tendenza su Twitter. Se ne parla da diverso tempo, ma ora diventerà presto realtà. Mark Zuckerberg, il papà di Facebook che ha acquistato l'applicazione di messaggistica, ci sta lavorando. Ecco come funziona.

Leggi anche > FaceApp ora ti fa cambiare sesso: dai Ferragnez a Jovanotti, tutte le foto dei vip FOTOGALLERY

Innanzitutto ci sarà una doppia modalità di utilizzo e una doppia utenza: business e privata. «L’obiettivo - fa sapere la società - è rendere semplici i pagamenti in modo da aiutare a portare più aziende nell’economia digitale, aprendo nuove opportunità di crescita. Stiamo inoltre rendendo l’invio di denaro ai propri cari facile come l’invio di un messaggio. Poiché i pagamenti su WhatsApp sono abilitati da Facebook Pay, in futuro vorremmo rendere possibile alle persone e alle aziende di utilizzare le medesime informazioni di pagamento in tutta la famiglia di applicazioni di Facebook».



«Tutti i pagamenti tra amici e familiari - continua - sono gratuiti mentre quelli da parte di aziende sono soggette a commissioni e funzionano tramite WhatsApp Business (più o meno la stessa dei POS nei vari negozi)». L'operazione sarà possibile grazie a un PIN a sei cifre o in alternativa attraverso il riconoscimento biometrico, facciale o digitale. Il proprio account dovrà essere poi connesso a un metodo di pagamento, ossia alle carte di credito o debito dei circuiti Mastercard e Visa. 

Sulla scia di quanto già accade in Cina con WeChat, Zuckerberg ha avviato una prima fase di test in Brasile, ma ancora non è certa la data di arrivo in Europa e in Italia. 




 
Ultimo aggiornamento: Venerdì 19 Giugno 2020, 18:37
© RIPRODUZIONE RISERVATA