Dalla bandiera transgender al dodo, ecco le nuove emoji. C'è anche l'uomo con il velo da sposa

Whatsapp, dalla bandiera transgender al dodo: ecco le nuove emoji. C'è anche l'uomo con il velo da sposa

Chi non ha mai avuto l'esigenza di usare l'emoji di uno sturalavandini? O di un'oliva ripiena? Nell'ultimo aggiornamento del sistema operativo Apple, Ios 14.2, verranno introdotte, tra le altre, anche queste bizzarre novità. Da oggi le nuove faccine (ben 117) sono state rese disponibili per gli sviluppatori, quindi tra qualche settimana saranno utilizzabili da tutti gli utenti. In un primo momento dovevano essere rilasciate all'inizio del 2020, ma la Unicode, il consorzio che si occupa della loro realizzazione, aveva rimandato il lancio a data da destinarsi a causa dell'emergenza Coronavirus. 

Finalmente questo momento è arrivato. La Apple a luglio aveva fornito un'anteprima delle nuove emoticons che sarebbero state introdotte nel sistema operativo, ma molte di queste non sono state rivelate fino ad oggi. Tra quelle più discusse ci sarà sicuramente la nuova bandiera transgender, dai colori rosa, bianco e blu, accompagnata dal simbolo corrispondente. Ma nel nuovo aggiornamento c'è anche la sposa con lo smoking e lo sposo con il velo nuziale.

Ecco la lista con tutte le nuove emoji

Tra quelle rivelate già lo scorso gennaio c'è anche la mano con le dita pizzicate del "ma che vuoi?", tipico italiano. L'elenco include un cuore anatomicamente corretto (per i romantici più razionali), una tomba, una sega da carpentiere e una serie di animali estinti come il mammut e il dodo. Starà alla creatività degli utenti usarli in maniere imprevedibili. Introdotti anche il volto sorridente in lacrime, il volto mascherato e un cartellone completamente bianco. Alcuni simboli sono di facile interpretazione, ma ci sono alcuni che fanno riferimento ad oggetti o cibi comunissimi nei paesi dell'Est o in America Latina, ma che in Europa o in Italia dicono poco o nulla. Tra questi c'è ad esempio il Tamales, un piatto tipico del Perù a base di carne o verdure avvolte in un impasto di mais. E anche il "flat bread", letteralmente "pane piatto", può risultare di difficile comprensione a un pubblico europeo. Si tratta di un piatto tradizionale venezuelano, la "arepa", una sorta di focaccine di farina di mais.

Insomma il nostro vocabolario digitale si arricchisce sempre di più e ci dice qualcosa (anche se in piccola parte) su quello che siamo e su ciò che saremo. Con buona pace dell'emoticon dello sturalavandini. 

 



Ultimo aggiornamento: Venerdì 2 Ottobre 2020, 19:04
© RIPRODUZIONE RISERVATA