WhatsApp lancia l'opzione messaggi «usa e getta», funziona veramente?

WhatsApp lancia l'opzione messaggi «usa e getta», funziona veramente?

In arrivo su WhatsApp le foto e i video «usa e getta». Dopo un mese di prova nella versione beta per i dispositivi Android, Facebook ha deciso che i messaggi multimediali che si autodistruggono saranno disponibili anche per gli iPhone. 

 

Leggi anche > Privacy online, le nuove regole del Garante per i cookie: basta un clic per non essere tracciati

 

Anche gli utenti iOS che hanno accesso alla versione beta di WhatsApp potranno inviare file multimediali a tempo determinato. Per farlo sarà sufficiente cliccare su un'icona simile ad un orologio o timer, attivando la nuova versione che permette di inviare foto o video per il tempo di visualizzazione e basta. 

 

Al contrario, dunque, da quanto previsto per i messaggi di testo che si eliminano dopo sette giorni, foto e video saranno visibili a chi li riceve solo per il tempo della visualizzazione. A quel punto i contenuti non saranno più visibili e non potranno essere riaperti successivamente. 

 

Questa la nuova idea lanciata da Facebook per proteggere la privacy. Un'idea per rendere anche più intime e private le conservazioni non incorrendo nel rischio che chi riceve la foto o il video possa condividerli con altri. Chi attiverà l'invio a tempo riceverà una notifica quando il ricevente avrà visualizzato il contenuto, sapendo sempre, quindi, se è stato visto e poi sparirà automaticamente.

 

Una funzione, in teoria, al servizio della privacy degli utenti di WhatsApp, impedendo che possano circolare immagini o video diretti esclusivamente ad una persona. In pratica, però, nessuno impedirà al ricevente di fare un screenshot del contenuto prima di chiuderlo. Una procedura attuabile anche per i video, visto che esistono funzioni per registrare e catturare quello che viene riprodotto sullo schermo.  

 

Un'innovazione che, dunque, non protegge al 100% dalla diffusione di materiale privato e intimo e per questo il consiglio è sempre quello di valutare con attenzione cosa si condivide con gli altri e a chi viene inviata una foto o un video che potrebbero essere compromettenti. 

 


Ultimo aggiornamento: Martedì 13 Luglio 2021, 22:48
© RIPRODUZIONE RISERVATA