Twitter risponde a Clubhouse. E con Spaces implementa la room audio
di Paolo Travisi

Twitter risponde a Clubhouse. E con Spaces implementa la room audio

La bomba social di Clubhouse ha già innescato la rincorsa di Facebook e Twitter, si fa per dire visti i loro numeri. La creatura di Zuckerberg, che ormai dei cloni social ha fatto una strategia, ha già annunciato delle stanze solo audio, sul modello delle rooms del neonato Clubhouse, mentre la risposta di Twitter si chiama Spaces.

 

TWITTER, SPACES COSA E'

 

Si tratta di una chat solo audio all'interno di Twitter, scorrendo fra i suoi Fleet, che non costringe a creare nuovi account e per ora destinata solo a utenti Android che potranno partecipare alle conversazioni "audio spaces" preesistenti, cioè ascoltare le room già create.

 

Si perché al momento la piattaforma non prevede la possibilità di creare stanze proprie. Gli utenti, dunque, possono partecipare come ascoltatori con il comando “Richiesta” accompagnato da un microfono, lasciare un feedback e chiedere la parola, ma - come dicevamo - non hanno la possibilità di creare nuovi spazi, un privilegio ancora riservato a una ristretta schiera di utenti selezionati. Tutti i social media stanno preparando il terreno di scontro dei mesi che verranno, compreso che esaurita la forza delle immagini si torna alla parola ascoltata. D'altronde un altro media, il più vecchio di tutti, cioè la radio gode sempre di ottima salute, nonostante la tv, le serie, il cinema, lo streaming, i social.

 

Ma dal pianeta Twitter non è tutto, perché oltre a lanciare Spaces, lo scorso giugno ha introdotto i tweet audio per un numero limitato di persone, consentendo agli utenti di registrare e inviare messaggi audio di lunghezza massima 140 secondi, ricalcando in pieno l'idea originale di tweet da 140 caratteri). 

 


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 10 Marzo 2021, 22:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA