ONEPLUS 6, lo smartphone made in Cina coniuga qualità e prezzi vantaggiosi. In arrivo il 22 maggio
di Alessio Caprodossi

ONEPLUS 6, lo smartphone made in Cina coniuga qualità e prezzi vantaggiosi. In arrivo il 22 maggio

La Cina che avanza a grandi falcate è ormai tra noi. Se Apple e Samsung restano a rappresentare l’élite nel settore degli smartphone, l’ondata mossa dal Paese del Dragone sfoggia una forza d’urto importante, fondata sulla consueta filosofia di proporre dispositivi di alta gamma (e ben fatti) a prezzi minori dei rivali. L’esempio di Huawei è il più illuminante, ma dietro il colosso di Shenzhen ci sono tante realtà che dopo i successi in patria hanno messo nel mirino la conquista dell’Europa. Tra pochi giorni arriverà in Italia Xiaomi con un paio di dispositivi, ma sarà anticipato da OnePlus 6, lo smartphone presentato oggi dall’omonima società alla Copperbox Arena di Londra. L’azienda co-fondata e guidata da Pete Lau continua a bruciare le tappe lanciando il sesto modello in appena quattro anni di attività, caratterizzati dal successo immediato su scala internazionale. Tanto per farsi un’idea, basta sapere che OnePlus 5T, ultimo modello fino a oggi, è andato esaurito negli Stati Uniti. Nata dall’intuizione di Lau e dell’amico Carl Pei con la volontà di realizzare smartphone come l’iPhone basati però sul sistema operativo Android, l’ascesa di OnePlus sta nel costante incremento dei fatturati, con l’ultimo chiuso a 1,7 miliardi di dollari, agevolato da alcune scelte in controtendenza rispetto agli altri produttori: vendita solo online e pochi investimenti marketing, se non quelli necessari per creare e far crescere una community che oggi è diffusa dagli Usa all’India, all’Europa.



OnePlus 6 - Tornando alla novità odierna, OnePlus 6 si presenta con un display AMOLED da 6,2 pollici (risoluzione 2280 x 1080 pixel) in formato 19:9 che agevola la lettura in verticale (c’è più spazio rispetto ai formati passati) e vetro protettivo Gorilla Glass 5 su entrambi i lati. A spiccare è il notch, la tacca nella parte superiore della parte frontale che dopo la comparsa su iPhone X è diventato onnipresente su una larga parte di dispositivi; OnePlus ha scelto di ridurne lo spazio per integrarci la fotocamera anteriore, il sensore di luminosità e la cassa auricolare per le telefonate. Il processore a bordo è il top sul mercato, perché il Qualcomm Snapdragon 845 garantisce prestazioni di livello e reattività nel supportare il lancio di applicazioni e giochi.

Fotocamera - Uno dei punti forti è il comparto fotografico. Dietro troviamo l’ormai consueto doppio obiettivo, con una camera principale da 16 megapixel e apertura f/1.7 coadiuvata da una secondaria da 20 MP, dotata di stabilizzatore ottico. Davanti, per i selfie, c’è un obiettivo da 16 MP con apertura f/2.0 e diverse funzione per agevolare gli scatti anche per i meno avvezzi, a partire dai ritratti. C’è per la prima il super slow-motion, disponibile però solo a 240 fps, oppure a 480 fps se si riduce la qualità a 720 pixel. Nel complesso, però, l’interfaccia e il menu non troppo dispersivo aiutano nel facilitare le operazioni.

Sicurezza e sistema operativo - Tra le altre caratteristiche da tenere a mente partiamo da due mancanze: niente slot microSD per aggiungere memoria, ma in compenso c’è il doppio slot per le Sim, e niente ricarica wireless, perché il cavo secondo OnePlus è più efficace nel fornire l’energia necessaria per arrivare a fine giornata (basta mezzora di ricarica secondo i dirigenti cinesi). Lato sicurezza, con il sensore per le impronte digitali piazzato sul retro, davanti c’è il Face Unlock già visto su OnePlus 5T ma rifinito con maggiori registrazioni del viso al fine di sbloccare il telefono ancor più velocemente che in passato. Il sistema operativo è Android 8.1 personalizzato con l’interfaccia Oxygen OS messa a punto da OnePlus per rendere meno complesso l’approccio con il robottino verde, ma entro breve tempo dovrebbe arrivare l’aggiornamento ad Andorid P.



Prezzi e disponibilità - OnePlus 6 sarà disponibile nelle colorazioni Mirror Black, Midnight Black e Silk White sul sito aziendale dal 22 maggio ma su Amazon.it si può già pre-ordinare con spedizione a partire dal prossimo martedì. Le configurazioni possibili combinano 6GB di RAM con 128GB di memoria interna al prezzo di 519 euro; il modello di mezzo con 8GB di RAM e 128GB è in listino a 569 euro (l’unico con la tinta Silk White), mentre la versione top di gamma con 8GB di RAM e 256GB di memoria costa 619 euro.

Gli auricolari - Insieme allo smartphone OnePlus ha lanciato anche gli auricolari Bullets Wireless, che spiccano per l’autonomia di circa cinque ore a fronte di appena dieci minuti di ricarica. Integrano Google Assistant (per attivarlo basta spingere il pulsante al centro dell’unità di controllo e chiedere cosa interessa). Disponibili da fine giugno, gli auricolari costeranno 69 euro.


Mercoledì 16 Maggio 2018 - Ultimo aggiornamento: 17-05-2018 21:39
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME