Zoom diventa immersivo. Una nuova opzione ci farà sentire tutti più vicini
di Paolo Travisi

Zoom diventa immersivo. Una nuova opzione ci farà sentire tutti più vicini

Zoom ha aiutato i lavoratori durante il momento acuto della pandemia (ed anche ora) a svolgere le abituali riunioni. Ma anche a tenerci in contatto, almeno virtualmente, perché privati di quello fisico e della socialità. Ed infatti la piattaforma in questo anno ha vissuto un boom di download, divenendo la più popolare (nell'ultimo trimestre 2020 ha segnato il 369% dei ricavi sulla rilevazione precedente). Oggi che la stanchezza della distanza vince sulla novità digitale, Zoom rilancia con una nuova funzione, che mira a farci sentire - ancora una volta - più vicini e non a distanza di monitor.

Si chiama Immersive View, l'opzione di Zoom che mira a rendere più reali le videochiamate. Un background che può somigliare alla sala di un ufficio, una classe scolastica o un'altra location virtuale, grazie alla potenza dell'intelligenza artificiale si posiziona in maniera proporzionata dietro alle persone, ricreando l'illusione di essere tutti vicini, quasi gomito a gomito.

Un'illusione non necessaria, ma utile a darci la percezione di normalità. Ad attivare l'opzione Immersive View, sarà l'host che può lasciare al software intelligente il compito di scegliere lo sfondo più adatto alla situazione ed alla disposizione degli utenti, oppure si può optare per una lista di backgrounds che saranno riproporzionati. 

 

Questa nuova modalità è disponibile, per ora, solamente per desktop su Pc e Mac e non è noto sapere se sarà implementata anche sui dispositivi mobile. Infatti se si accederà da smartphone ad una sessione di Zoom con l'opzione attivata, quell'utente vedrà la modalità tradizionale. Ma Zoom non è il primo a fare ricorso alla virtualità, nei mesi scorsi, infatti, Microsoft ha inserito questa possibilità su Teams, con la modalità Together.

 


Ultimo aggiornamento: Domenica 2 Maggio 2021, 10:54
© RIPRODUZIONE RISERVATA