Spazio, app e wi fi: come cambia la spiaggia per adeguarsi allo smart working

Video

App e wi fi: come cambia la spiaggia per adeguarsi allo smart working nell'estate 2021. Tutte le regole per mare e spiaggia: sotto l'ombrellone ci dovranno almeno essere 10 metri quadrati a famiglia. E tante altre novità. «A metà maggio lanceremo un'applicazione da usare con il cellulare per poter prenotare le postazioni in spiaggia e pre-compilare i documenti necessari per la tracciabilità, che verranno inviati agli stabilimenti evitando così le code e le file agli ingressi. E una modalità per semplificare la vita e bisogna anche prendere i lati positivi di tutte queste nuove possibilità smart a cui ci siamo abituati in questo anno». Così all'Adnkronos Enrico Schiappapietra, presidente regionale ligure del Sib, il sindacato dei balneari, facendo il punto sulle regole in vista delle riaperture. 

 

 

 

«Inoltre - prosegue - la maggior parte degli stabilimenti balneari sta allestendo anche impianti WiFi sulle spiagge per permettere a chi è in smart working di poter lavorare in una sorta di ufficio sulla spiaggia».

 

Proprio il Wi-Fi sarà essenziale: perché i gestori degli stabilimenti hanno capito che il nuovo valore aggiunto è l’offerta di postazioni per lo smart working. Le spiagge si stanno riempendo e da lunedì sarà anche consentito spostarsi da una regione gialla all’altra, con prevedibili migrazioni, ad esempio, di lombardi in Liguria ma anche nella riviera romagnola.


Ultimo aggiornamento: Sabato 24 Aprile 2021, 22:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA