Twitter, il primo tweet scritto col pensiero: è di Philip, un uomo affetto da Sla

Twitter, il primo tweet scritto col pensiero: è di Philip, un uomo affetto da Sla

Il tweet inviato col pensiero grazie a Stentrode, un dispositivo wireless impiantato nel cervello

Un tweet scritto col pensiero. Sembra fantascienza, ma su Twitter, grazie ad un'azienda hi-tech, è diventato realtà.

 

Leggi anche > I prodotti tecnologici del 2021. Ecco quelli più innovativi e curiosi

 

«Hello, world! Short tweet. Monumental progress» («Ciao, mondo! Piccolo tweet. Progresso enorme»): è il primo messaggio al mondo postato sui social solo col pensiero. Lo ha inviato Philip O'Keefe, un 62enne australiano malato di Sclerosi laterale amiotrofica (Sla), grazie a un dispositivo di otto millimetri senza fili impiantato nel cervello e chiamato Stentrode. Ne dà notizia l'azienda Synchron che ha sviluppato la tecnologia. Il tweet è stato pubblicato sul profilo di Thomas Oxley, ceo della Synhcron.

 

 

 

 

«Quando ne ho sentito parlare per la prima volta, sapevo quanta indipendenza avrebbe potuto restituirmi», racconta il paziente Philip. «Il sistema è incredibile, è come imparare ad andare in bicicletta: serve un pò di pratica, ma quando inizi ad andare, diventa naturale. Adesso penso solo a dove voglio cliccare sul computer e posso mandare email, gestire il mio conto, fare acquisti e ora inviare anche messaggi al mondo via Twitter».

 

 

 

 

Thomas Oxley ha spiegato precisa: «Philip ha fatto sette tweet e ha messo diversi like. Questi tweet rappresentano un momento importante per il settore delle interfacce cervello-computer impiantabili. Dimostrano la connessione, la speranza e la libertà che danno a persone come Phil che hanno perso gran parte della loro indipendenza funzionale a causa di una paralisi. Non vediamo l'ora di far avanzare la nostra interfaccia Stentrode nel primo studio clinico negli Stati Uniti il prossimo anno».


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 29 Dicembre 2021, 17:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA