Twitch, il social che fa impazzire gamers e Generazione Z. Ci sono anche Fedez, Chiara Ferragni e Cattelan
di Paolo Travisi

Twitch, il social che fa impazzire gamers e Generazione Z. Ci sono anche Fedez, Chiara Ferragni e Cattelan

Twitch è il canale social che fa impazzire chi è nato intorno ai Duemila. Ed è noto soprattutto tra i gamers. Per cui se non rientrate nelle due categorie, è piuttosto difficile, che Twitch faccia al caso vostro. Ma sul social, di proprietà Amazon, non c'è solo questo. Procediamo con ordine.

Anzitutto è una piattaforma di livestreaming, molto usata in America, e che solo negli ultimi mesi sta avendo attenzione anche in Italia, dove i contenuti sono un flusso ininterrotto di video in streaming, suddivisi in 4 categorie: Giochi, IRL, Music, Esport.

Nella prima categoria, Giochi, rientrano tutti i videogame non sportivi, da Fortnite a Minecraft, solo per citare i più celebri in cui si vedono videogiocatori al "lavoro", che commentano l'azione di gioco. Per fare un paragone è come se un calciatore, mentre giocasse, commentasse quello che sta facendo.

La seconda categoria, Irl (acronimo di In Real Life) è l'angolo delle chiacchiere, in cui si possono trovare gli streamer (coloro che fanno livestreaming) che parlano di qualsiasi argomento cucina, fitness, viaggi e rispondono alle chat live che i vari followers scrivono. Si perché una delle caratteristiche più interessanti di Twitch è la possibilità d'interagire con gli streamer. Le stanze di Twitch sono un mix tra una chat video ed un programma radiofonico, in cui si condividono argomenti e passioni con chi è live. 

La terza categoria, Music, è quella più immediata, i vari musicisti fanno dei mini concerti, c'è chi suona la chitarra classica e chi fa dei dj-set, senza dimenticare l'interazione con i followers.

L'ultima è la categoria Esports che riguarda sempre i gamers. La caratteristica nuova di Twitch rispetto ad altri social è la grande interazione tra streamer e follower. Il primo condivide i suoi video, il secondo può decidere solamente di seguirlo, d'interagire attraverso la chat, oppure di abbonarsi al suo canale o sostenerlo con donazioni.

Twitch, nonostante i numeri siano molto più bassi (40 milioni di utenti) di una piattaforma come Youtube (2 miliardi), è il social che piace molto alla Generazione Z, quelli dai 20 in giù, perché li possono trovare dei contenuti alternativi alla televisione, e soprattutto possono interagire con gli streamer. L'interazione crea quel senso di community che spinge molti followers ad abbonarsi ai singoli canali, sostenendo i loro beniamini, che nei casi più felici arrivano a guadagnare e superare i 100.000 dollari al mese. 

In Italia il canale Twitch più visto è Everyeye.it con oltre 100 milioni di views, seguito da Multiplayer.it e CulturaPOPIta, che in questo caso non parla solo di gaming. Per comprendere il fenomeno Twitch, basti pensare che anche Fedez e Chiara Ferragni sono sbarcati sulla piattaforma, seguiti da Alessandro Cattelan che gioca online, The Jackal, Rovazzi e Bobo Vieri.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 24 Febbraio 2021, 11:14
© RIPRODUZIONE RISERVATA