Too good to go, boom dell'app che salva il cibo invenduto di ristoranti e negozi
di Paolo Travisi

Too good to go, boom dell'app che salva il cibo invenduto di ristoranti e negozi

Ogni anno in Italia lo spreco alimentare ammonta a 15 miliardi di euro: come se buttassimo 500 euro di cibo al secondo. E nasce proprio per sensibilizzare i consumatori contro lo spreco di cibo l'App Too good to go, su intuizione del danese Mette Lykke. Dal 2015, l'app ha coinvolto 14 milioni di utenti in 13 Paesi. In Italia è arrivata lo scorso marzo, partendo da Milano e si è allargata a 7 città compresa Roma; 250 mila gli utenti ed oltre 1000 gli esercizi commerciali aderenti.
L'App Too good to go si scarica da Apple Store o Google Play, tramite geolocalizzazione mostra sulla mappa i negozi che fanno parte del network anti-spreco con le loro offerte che vanno dai 2 ai 6 euro. A quel prezzo, ridotto ad un terzo rispetto a quello di mercato, si può acquistare la cosiddetta magic box: una busta di carta che contiene alcuni prodotti a sorpresa, da ritirare direttamente in negozio. La magic box può contenere pizza, pane, dolciumi, sushi, prodotti freschi dei supermercati. Tutto ciò che sarebbe stato invenduto, e quindi buttato dal commerciante, può finire sulla nostra tavola, creando un circolo virtuoso: non si spreca cibo, si risparmia, si fidelizza il consumatore a tornare in negozio. Insomma conviene a tutti, innescando un cambiamento di abitudini ed un'etica alimentare.
«Quando siamo partiti in Italia, eravamo perplessi sull'interesse di acquisto da parte degli utenti. A Milano nella prima settimana di attività, l'85% delle magic box è andata letteralmente a ruba - commenta con entusiasmo Eugenio Sapora, country manager Italia di Too good to go - con punte del 100% a Bologna, dove ci sono molti studenti. A Roma hanno già aderito 200 negozianti tra cui Eataly e Carrefour ma anche il mercato di Testaccio. Mentre a Milano siamo a 250 adesioni, ovvero un mix di aziende grandi e locali: dal panettiere al macellaio».

riproduzione riservata ®
Giovedì 19 Settembre 2019, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA