TikTok, l'app più scaricata al mondo: quasi sconosciuta, ma ha rubato mercato ai colossi del web

TikTok, l'app più scaricata al mondo: quasi sconosciuta, ma ha rubato mercato ai colossi del web

  • 3
    share
Né Facebook, né WhatsApp o Instagram: l'app per smartphone più scaricata al mondo nel 2018 viene dalla Cina e si chiama TikTok. Un nome che a molti risulterà nuovo, ma che sta conquistando sempre di più gli adolescenti di tutto il mondo. Ed è così che, per la prima volta, un'app sviluppata in Cina prende prepotentemente piede anche in Occidente.

Sfera Ebbasta, la mamma di una delle vittime: «Hai preso in giro i ragazzini, morti in attesa che tu arrivassi»



Nello scorso anno, TikTok è stata l'app più scaricata su Google Play Store e App Store, sia negli Stati Uniti che in Europa, surclassando il numero di download di app famosissime come YouTube, Snapchat e Instagram. Anche per quanto riguarda gli utenti attivi, l'app ha raggiunto i 500 milioni ed è già diventata più popolare di Twitter. Grazie al successo dell'app, TikTok è considerata oggi da molti esperti economici e finanziari la startup più ricca al mondo, con un valore stimato di 75 miliardi di dollari, come riporta The Conversation.

Ciò che colpisce davvero del successo di TikTok è la sua globalità: è la prima volta che un'app sviluppata in Cina riesce ad avere così tanti utenti nel mondo occidentale. Sembra essersi rotto una sorta di tabù: WeChat, ad esempio, non è riuscita a sfondare in Occidente a causa della presenza di WhatsApp e viceversa, ma si pensi anche al dualismo tra Facebook e Weibo. Senza dimenticare che, in Cina, Google non esiste nemmeno. Il bello è che i creatori di TikTok si sono limitati a copiare app e funzioni già ampiamente utilizzate dagli utenti, inglobandole e migliorandole.

TikTok, infatti, è un'app chiaramente ispirata a Snapchat e, soprattutto, a Instagram Stories. Consente all'utente di caricare brevi video, di 15 secondi, in modo semplice, intuitivo e veloce. Le funzioni sono semplici e già note a chi utilizza Instagram Stories, come ad esempio la possibilità di aggiungere musica ed effetti speciali, ma dispongono anche di un design accattivante. Partita in sordina nel 2016 e lanciata dall'impresa ByteDance, TikTok nel giro di un anno aveva già spopolato tra gli adolescenti di tutto il mondo e nel 2017 arrivò anche l'acquisizione di Musical.ly, per un miliardo di dollari. Da allora, su TikTok, è possibile aggiungere ai video anche tutti i brani disponibili per Musical.ly, allo stesso modo di come è possibile farlo su Instagram Stories grazie a Spotify.

Ciò che rende davvero diversa TikTok è la possibilità di catalogare i video in differenti categorie, ognuna delle quali dispone di un proprio ranking. In questo modo, e grazie ad un algoritmo utilizzato anche per il portale di informazione Toutiao, sempre di proprietà di ByteDance, gli utenti possono facilmente vedere contenuti potenzialmente interessanti in base ai loro interessi e alla popolarità dei vari filmati. Una delle ragioni per un successo così dilagante tra gli adolescenti di tutto il mondo è anche la possibilità, in 15 secondi e utilizzando anche le GIF, di realizzare veri e propri 'video-meme'.
La capacità di raggiungere meglio gli utenti rispetto ai competitor più famosi e quotati è stata una delle chiavi del successo di TikTok. I colossi del web, comunque, non sono rimasti a guardare: come riporta La InformaciónFacebook, negli Stati Uniti, ha appena lanciato l'app Lasso, ispirata proprio a TikTok.
Mercoledì 9 Gennaio 2019 - Ultimo aggiornamento: 16:45
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME