La startup che risponde al Covid-19 e raddoppia gli ordini: punta agli smart worker e crea arredi per lavorare da casa

La startup che risponde al Covid-19 e raddoppia gli ordini: punta agli smart worker e crea arredi per lavorare da casa

L’effetto Coronavirus coinvolge ogni settore, ma per le startup (che solitamente hanno poca cassa perché reinvestono tutto in ricerca e sviluppo) gli effetti di una crisi come quella che stiamo attraversando sono ancora più gravi. È anche vero però che è nella natura delle startup prendere decisioni veloci per adattarsi al volo ai cambiamenti in corso e PlayWood ne è la prova lampante. La giovane azienda emiliana che produce connettori rivoluzionari per creare linee di arredamento a basso impatto ambientale e senza ricorrere a viti e bulloni, ha capito che non doveva arrendersi neanche in un momento come questo.

«Il sistema di assemblaggio PlayWood consente di montare e rimontare arredi per case, uffici e fiere, riutilizzandoli a volontà e sempre in combinazioni differenti». Racconta Stefano Guerrieri, co-founder e Ceo di PlayWood. «Tuttavia, in questo periodo, con tutti gli uffici chiusi e tante persone che lavorano da casa, abbiamo deciso di concentrarci sulla finalizzazione della nostra linea Karya Desk, una scrivania e una serie di accessori destinati proprio agli home worker e ai liberi professionisti. Dietro questo progetto ci sono due anni e infinite notti di lavoro, ma vista l’emergenza, abbiamo accelerato i tempi rendendo subito disponibile il prodotto in prevendita».
Ultimo aggiornamento: Lunedì 6 Aprile 2020, 15:19
© RIPRODUZIONE RISERVATA