Instagram blocca contenuti offensivi degli hater. L'intelligenza artificiale filtra i messaggi diretti
di Paolo Travisi

Instagram blocca contenuti offensivi degli hater. L'intelligenza artificiale filtra i messaggi diretti

Instagram intende bloccare qualsiasi commento offensivo. Che sia testo o emoji contenuto nei post inviati nei DM, cioè la sezione dedicata ai messaggi diretti, che sempre più spesso viene usato dagli hater per diffondere contenuti offensivi nei confronti dell'interlocutore. 

 

Una nuova funzionalità, verrebbe da dire finalmente, che sfrutta la tecnologia dell'intelligenza artificiale per intercettare i post malevoli; la presa di coscienza di Instagram fa seguito ad un evento di ormai qualche mese fa, in cui il calciatore del Manchester United, Marcus Rashford, fu oggetto di messaggi razzisti, che provocò uno shock nell'opinione pubblica inglese. 

 

Ora Instagram ha investito la punta di diamante della tecnologia disponibile, per combattere il fenomeno del cyberbullismo, purtroppo crescente tra i giovanissimi, spesso causa di forme di disagio psicologico, anche grave, tra i più giovani utenti del social delle immagini.

 

Stando all'annuncio di Instagram, questa nuova funzionalità una volta attivata filtrerà in modo automatico parole, frasi ed emoji offensive. Un filtro dunque che l'utente potrà attivare/disattivare localmente dal suo device, all'interno delle Impostazioni denominata Parole nascoste, che archivierà quei messaggi in un'apposita black list, simile allo spam, che l'utente non avrà bisogno di leggere, perché cancellabili con un solo tocco. 

 

Il filtro agirà anche sulle parole offensive scritte in modo incompleto e volutamente errato nel tentativo di bypassare la "censura" del social. Inoltre gli utenti avranno la possibilità di bloccare un account in modo preventivo, se collegato al molestatore già individuato. 

 

Ci si potrebbe chiedere se il filtro anti cattiverie sia utile anche per le nuove funzionalità audio che stanno comparendo su Facebook, sulla scia del successo di ClubHouse. "Sappiamo che possiamo fare ancora di più e ci impegniamo a continuare la nostra lotta contro il bullismo e gli abusi online - scrive Instagram in un comunicato - continueremo a lavorare in collaborazione con esperti, organizzazioni del settore, adolescenti, creator e personaggi pubblici per comprendere la loro esperienza su Instagram e capire come possiamo adeguare le nostre politiche e i nostri prodotti per proteggerli dagli abusi online".

 


Ultimo aggiornamento: Venerdì 23 Aprile 2021, 17:04
© RIPRODUZIONE RISERVATA