Coronavirus, boom di app di dating in fase di quarantena: ecco alcune delle più usate

Essere single ai tempi del coronavirus. In questi giorni non è possibile uscire e incontrare persone, ma si possono usare app di dating con cui entrare in contatto con qualcuno di interessante, conoscerlo, parlarci, in attesa di vederlo dal vivo quando le restrizioni saranno finite.

Leggi anche > Coronavirus, l'esperto: «Riaprire ora sarebbe troppo pericoloso. Farlo regione per regione? Non ha senso»

Le app come Tinder, Bumble e Hinge per sfogliare i potenziali interessi amorosi, sono diventate ancora più popolari poiché le persone ora hanno più tempo a disposizione. Tinder ha rivelato di avere registrato tre miliardi di colpi lo scorso fine settimana. Nel tentativo di mantenere i contatti in questo periodo, le app di incontri stanno aumentando. Molte app incoraggiano gli appuntamenti virtuali in quanto non vi è alcuna possibilità di contatto fisico nel prossimo futuro.

Tra le app più diffuse ci sono Tinder, appunto, ma anche Bumble, un'app di incontri in cui le donne devono fare la prima mossa, consente anche le videochiamate e la possibilità di vedersi online. Poi c'è Hinge, si descrive come l'app "progettata per essere eliminata" e limita gli utenti gratuiti a solo 10 profili al giorno, anche se pagare per l'aggiornamento ti consentirà Mi piace illimitati. Coffee Meets Bagel è un'app per incontri "seri" che ne consente uno al giorno.
Ultimo aggiornamento: Venerdì 10 Aprile 2020, 17:28
© RIPRODUZIONE RISERVATA