Clubhouse, il nuovo social solo audio benedetto da Elon Musk. Come si accede e come funziona
di Paolo Travisi

Clubhouse, il nuovo social solo audio benedetto da Elon Musk. Come si accede e come funziona

Ora è il turno di Clubhouse. Dopo Facebook, Twitter, Instagram e Tik Tok, il social del momento si chiama Clubhouse, già consacrato dall'uomo più ricco del mondo, Elon Musk. Prima di entrare nel dettaglio, e scoprirne il funzionamento, sveliamo subito la sua peculiarità; ogni interazione con Clubhouse, si basa sulla voce, quindi se amate "smanettare" con la tastiera, questo social non fa per voi. Clubhouse è il social dell'audio

 

 

Il social è nato da poco, nell'aprile del 2020, da un'intuizione di un imprenditore ed un ingegnere, rispettivamente Paul Davison e Rohan Seth, che hanno pensato di favorire lo scambio di interazione vocale tra gli utenti e non di semplici chat, a cui ormai chiunque è avvezzo. Di fatto è una piattaforma live, dove non ci sono testi, foto e video, ma solamente la voce, un insieme di Room, stanze sonore che avvicinano Clubhouse ai podcast, dove gli utenti scambiano discussioni.

 

 

Ognuno degli iscritti (solamente dai 18 anni in su e per ora solo su iOS) può aprire una Room, di cui diventa amministratore e moderatore, che può essere connotata secondo tre modalità: Open, Social e Closed. La Open è aperta a chiunque stia navigando nell'app, la Social è visibile solo alle persone seguite, mentre la Closed è evidentemente chiusa, privata, accessibile solo a chi viene invitato. 

 

Appena si accede, ribadiamo, solo su invito, ci troviamo di fronte ad un elenco di stanze, suddivise in base alle sezioni ed agli argomenti trattati, che rispecchiano gli interessi indicati nella fase di iscrizione; se, tra i nostri contatti c'è già un utente di Clubhouse, possiamo chiedere di venire sbloccati per iniziare ad interagire, o semplicemente ad osservare, (cioè ascoltare), come avviene in qualsiasi altro social. Infatti, una volta accettati si assiste al dibattito orale, con microfono disattivato, senza la possibilità d'interagire. Possibilità che viene attivata in seguito dai moderatori.

 

Al momento, gli utenti Apple possono scaricare l'app di Clubhouse, gratuita, per mettersi in lista d’attesa (sono già due milioni gli utilizzatori), aspettando che uno dei contatti-amici lo accolga nel social. Tra le celebrities americano che hanno "sponsorizzato" il social c'è la regina tv Oprah Winfrey, il cantante Drake, i comici Kevin Hart e Chris Rock e l’attore Ashton Kutcher, fino a Elon Musk che dopo la sua citazione ha mandato in tilt la piattaforma di Clubhouse. Clubhouse non è ancora disponibile invece per Android.


Ultimo aggiornamento: Martedì 2 Febbraio 2021, 08:09
© RIPRODUZIONE RISERVATA