Italiani e internet, Andrea Rangone: «Crescita figlia di banda larga e smartphone»
di Alessio Caprodossi

Italiani e internet, Andrea Rangone: «Crescita figlia di banda larga e smartphone»

Italiani-internet è un binomio sempre più stretto, perché siamo quasi tutti connessi?
«Il merito principale va all'arrivo della banda larga, che cambia lo scenario e permette di sfruttare al meglio gli strumenti digitali. L'altro elemento decisivo è il mobile, perché non ci stacchiamo mai dallo smartphone, che in Italia hanno un margine di penetrazione tra i primi al mondo».

Report Digital 2019, web boom: italiani online 6 ore al giorno

Passiamo ai social: ci trascorriamo sei ore al giorno, il doppio rispetto al tempo dedicato alla tv. Sorprendente?
«Il dato assoluto è notevole ma va contestualizzato, perché da noi il pubblico del web e quello televisivo non si sovrappongono, bensì si dividono in due blocchi. Da una parte i giovani che prediligono la rete, dall'altra gli anziani fedeli alla tv. Quest'ultima ha un tempo di utilizzo limitato alla sera, mentre tra smarpthone e computer siamo sempre online, chi per passatempo, chi per lavorare. Il confronto è impari, perché la tv è intrattenimento, internet l'estensione della nostra mano».
Nella classifica di settore, YouTube è davanti a Facebook. Curioso no?
«Difficile fare un confronto perché più del tempo trascorso sulle due piattaforme a contare qui è l'engagement, cioè il grado di interazione dell'utente. In questo caso YouTube è un mezzo passivo, dove si va per vedere video, Facebook, col suo ecosistema che include WhatsApp e Instagram, è invece uno strumento attivo, con l'utente che può postare messaggi, caricare immagini, dialogare con altri utenti».
Un fenomeno in ascesa è il gaming. Dove può arrivare?
«Piccoli e grandi, uomini e donne, oggi tutti giocano online e milioni di persone si dilettano nel guardare chi gioca, come dimostra il successo degli e-Sports. A ciò si aggiunge il lato occupazionale, con parecchie aziende che cercano figure specifiche per lo sviluppo dei videogame».
riproduzione riservata ®
Ultimo aggiornamento: 13:47 © RIPRODUZIONE RISERVATA