Riccardo Casiraghi e Stefano Paleari sono gli Gnam Box su Instagram: «La nostra scatola di ricette, viaggi e passioni»

Riccardo Casiraghi e Stefano Paleari sono gli Gnam Box su Instagram: «La nostra scatola di ricette, viaggi e passioni»

Una scatola che contiene ricette, guide per viaggi lontani come Dubai o vicini quanto Milano, passando per il bar sotto casa. A riempirla ci pensano Riccardo Casiraghi e Stefano Paleari, partner nella vita e su Gnam Box, il loro blog e profilo Instagram.
Come avete iniziato?
«Il progetto è nato nel 2012 con l’idea di fare qualcosa insieme. La cucina è stata da subito il filo conduttore, ma presto il nostro blog si è trasformato in un raccoglitore di cose che ci piacciono».
Quando è diventato un lavoro?
«Otto anni fa la comunicazione digital come la conosciamo oggi non esisteva, è stata una sfida. Abbiamo entrambi lasciato i nostri lavori da designer dicendo “ci proviamo o ce ne pentiremo per sempre”. Abbiamo fatto la scelta giusta».
Tanto che oggi persino insegnate quello che avete imparato. Di che si tratta?
«Teniamo un corso online alla Wid Academy sulla comunicazione attraverso un progetto editoriale. Dalla pianificazione dei contenuti alle strategie per comunicare a un pubblico. Sono elementi fondamentali per chi vuole lanciarsi nella comunicazione digitale».



Com’è mutato il vostro approccio nel tempo?
«La cosa stimolante è che il nostro lavoro è in continua evoluzione, come noi. E di conseguenza cambiano le tematiche. Cerchiamo di bilanciare i contenuti che produciamo con un giusto mix tra quello che impongono i social e quello che vogliamo noi». 
Cioè?
«Il pubblico è sempre più attento alla qualità dei contenuti e alle collaborazioni che scegliamo. Sta alla nostra abilità restare in linea col progetto».
In un settore inflazionato come il food, qual è il vostro marchio per essere riconoscibili?
«Ricette molto facili, riproducibili a casa, ma dal forte impatto estetico. Ciò che di noi apprezzano è quel “twist” in più. Un’erba aromatica, una cottura che possa rendere nuovo qualcosa di semplice».



Com’è lavorare con il proprio partner?
«Super naturale. Ci piacciono le stesse cose, è un valore aggiunto. Lavorare insieme ci aiuta come coppia, essere complici ci avvantaggia professionalmente». 
Gnam Box è anche una realtà offline.
«Abbiamo preso un quartier generale. Un ufficio che di tanto in tanto apriamo al pubblico per proporre progetti legati alla creatività. Mostre, artisti, temporary shop. In modo diverso ma coerente con la nostra identità».
ilaria.delprete@leggo.it
Mercoledì 8 Gennaio 2020, 08:53
© RIPRODUZIONE RISERVATA