Instagram spezzacuori: oscurati i like per dare spazio a contenuti autentici e di qualità
di Alessio Caprodossi

Instagram spezzacuori: oscurati i like per dare spazio a contenuti autentici e di qualità

Stop ai like e attenzione rivolta a contenuti postati. Il cambio di strategia di Instagram è netto e ruota attorno al capovolgimento del meccanismo che ha agevolato l’ascesa dei social network: meno quantità e più qualità dei post condivisi. E per raggiungere l’obiettivo, la piattaforma di proprietà di Facebook ha deciso di oscurare il numero dei cuori presenti sotto ogni post, quella cifra cioè che a primo impatto indica il successo o il flop di ogni fotografia e video caricata su Instagram. A poter vedere se e quanto un contenuto sia stato apprezzato saranno solo i proprietari dell’account. 

Per ora si tratta di un test, che riguarderà un ampio numero di profili e che arriva in Italia - uno dei paesi dove il social delle immagini registra un ritmo di crescita tra i più elevati in assoluto - e in vari altri paesi dopo l’esordio della primavera scorsa in Canada, e non è chiaro se la novità sarà confermata in maniera definitiva. La mossa punta a rovesciare lo stato attuale del sistema, che guarda al numero di cuoricini ottenuti come elemento prioritario, talvolta esclusivo, per decretare il valore di un contenuto, lasciando nell’ombra l’originalità e la rilevanza dello stesso. Un passo che mira a dare più libertà alle persone nella condivisione di scatti e clip, provando a ridimensionare l’ansia da like che per molti giovani è diventata un’ossessione.

«Vogliamo aiutare le persone a porre l’attenzione su foto e video condivisi e non su quanti Like ricevono, facendo di Instagram un luogo dove tutti possano sentirsi liberi di esprimere se stessi», ha dichiarato Tara Hopkins, direttrice della policy aziendale per Europa, Medio Oriente e Africa.
Dare sfogo alla creatività e concentrarsi sui propri interessi per veicolare messaggi più sinceri e ridurre la diffusione di post banali o divisivi che assicurano apprezzamenti e popolarità è uno degli scopi dell’iniziativa, che potrebbe avere ripercussioni anche sul futuro degli influencer. L’ampia massa di personaggi che devono il proprio successo alle piattaforme social sta vivendo una crisi generalizzata: l’ultimo rapporto di Mobile Marketer basato sui dati di InfluencerDB ha rilevato un crollo del tasso di coinvolgimento dei contenuti condivisi, con cali nelle interazioni con i followers dal 4,5% al 1,9%. Un indice che segnala come gli utenti prestino sempre meno attenzione a foto e video proposti dagli influencer in ogni settore: moda, viaggi, cucina, sport e lifestyle, nessuno fa eccezione.
riproduzione riservata ® 
Giovedì 18 Luglio 2019, 07:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA