GTA 6, 'leakate' le prime immagini in anteprima: l'ira di Rockstar Games

Un attacco hacker al sistema ha fatto uscire in anteprima diverse immagini, svelando anche la trama del nuovo capitolo di Grand Theft Auto

GTA 6, 'leakate' le prime immagini in anteprima: l'ira di Rockstar Games

GTA 6 è destinato ad essere uno dei videogiochi più attesi di sempre. Anche perché l'ultimo capitolo risale al 2013 e, dopo una lunghissima attesa, i 'gamer' di tutte le età non vedono l'ora di potersi confrontare con la nuova versione. Sul web ci sono già diverse immagini in anteprima, nonostante gli sviluppatori di Rockstar Games stiano ancora lavorando e non ci sono conferme ufficiali sull'arrivo di una versione definitiva.

Elon Musk, il figlio di due anni adora i razzi giocattolo: «Li distrugge tutti, si arrabbia perché non volano»

GTA 6, le immagini 'leakate' in anteprima

Nell'ultimo weekend è avvenuto un fatto insolito. Tra piattaforme video, social network, forum e portali di videogiochi, hanno iniziato a circolare diversi video e foto di GTA 6. Nonostante il gioco non sia ancora stato ultimato e non ci siano indiscrezioni su una sua uscita nel prossimo futuro. Le tantissime visualizzazioni delle immagini confermano l'attesa dei videogiocatori, ma c'è un piccolo dettaglio: la diffusione di quelle immagini è avvenuta all'insaputa di Rockstar Games.

GTA 6, cosa è successo

La casa che sviluppa Grand Theft Auto, infatti, non ha mai autorizzato quelle immagini, che sono state acquisite da alcuni hacker, che poi le hanno diffuse sul web. Anche se riguardano solo una versione in fase di sviluppo, foto e video consentono di conoscere quantomeno la storia su cui si basa il videogioco: siamo a Miami e una dei protagonisti è una donna latina. La trama del gioco sembra ispirata alla storia di Bonnie e Clyde, quindi i videogiocatori dovranno guidare, alternativamente, un protagonista maschile e uno femminile.

L'ira di Rockstar Games

I ritardi nello sviluppo e nell'uscita di GTA 6 sembrano più dovuti a motivi sociopolitici che tecnici. Già nel 2018, Rockstar Games aveva spiegato di essere al lavoro su un nuovo capitolo che non risultasse offensivo su varie minoranze. Un'impresa proibitiva, se si considera che stiamo parlando di un gioco basato sulla violenza e sul linguaggio volgare. Dopo aver scelto la cautela ed evitato la fretta, la casa che sviluppa e produce GTA non ha gradito, per usare un eufemismo, quelle immagini diffuse sul web. «Abbiamo subito recentemente un'intrusione, in cui una terza parte non autorizzato ha avuto accesso illegalmente ai nostri sistemi, scaricando informazioni riservate. Al momento, non risultano esserci problemi per i nostri servizi di gioco live né alcun effetto a lungo termine per lo sviluppo dei nostri progetti futuri» - spiega Rockstar Games - «Siamo estremamente dispiaciuti dall'assistere a una simile condivisione dei dettagli del nostro prossimo gioco. Il nostro lavoro su GTA 6 continuerà come programmato e continueremo a impegnarci per farvi avere un'esperienza che andrà oltre le vostre migliori aspettative. Vi aggiorneremo presto e vi presenteremo il gioco quando sarà pronto. Ringraziamo tutti per il costante supporto in questa situazione».


Ultimo aggiornamento: Martedì 20 Settembre 2022, 19:37
© RIPRODUZIONE RISERVATA