Facebook, caos interno dopo lo scandalo dati: Alex Stamos smentisce le dimissioni

Facebook, caos interno dopo lo scandalo dati: Alex Stamos smentisce le dimissioni

Lo scandalo dati ha causato non poche polemiche e dissidi interni a Facebook: nelle ultime ore è giunta la notizia delle dimissioni di Alex Stamos, responsabile della sicurezza delle informazioni. Stamos ha parlato di «disaccordi interni» su come affrontare la vicenda e su come i vertici del gigante dei social media hanno gestito la questione delle fake news che vengono diffuse attraverso la piattaforma.

Facebook, 50 milioni di profili spiati per controllare le elezioni. Oscurata Cambridge Analytica, società usata da Trump​



Stamos - riporta il New York Times - ha avuto numerose polemiche con il direttore generale del gruppo Sheryl Sandberg, dopo aver più volte esortato i vertici di Facebook a mostrare la massima trasparenza nello scoprire e svelare le attività di disinformazione della Russia sulla sua piattaforma.
A poche ore dalla notizia, però, arriva la smentita, data da Stamos stesso in un messaggio su Twitter: "Nonostante le voci, sono ancora totalmente impegnato con il mio lavoro per Facebook. È vero che il mio ruolo è cambiato. Ora sto impiegando più tempo a studiare i rischi della sicurezza emergente e a lavorare sulla sicurezza delle elezioni", ha scritto il capo della sicurezza.

Facebook, tonfo a Wall Street dopo scandalo dei dati manipolati
 
 
Martedì 20 Marzo 2018 - Ultimo aggiornamento: 15:04
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME