iPhone 14 arriva il 7 settembre (e costerà più del 13). Niente versione mini: le novità del nuovo modello

iPhone 14 arriva il 7 settembre (e costerà più del 13). Niente versione mini: le novità del nuovo modello

L'attesa è finita. Apple mostrerà ufficialmente l'iPhone 14 il prossimo 7 settembre, mentre lo sbarco sugli scaffali è atteso per il 16 del prossimo mese. Ad anunciarlo è l'agenzia di stampa Bloomberg. Il lancio dell' iPhone è il calcio di inizio di una stagione intesa per Cupertino che è attesa introdurre anche i nuovi Mac, iPad e Apple Watch.

IPhone 14, non ci sarà la versione "mini" 

Secondo le indiscrezioni trapelate, il nuovo telefono sarà simile all'IPhone 13, non ci sarà una versione mini da 5,4 pollici, ma l'azienda aggiungerà un modello con uno schermo da 6,7 ​​pollici.  

IPhone 14 costerà il 15% in più 

Il prezzo del telefono verrà svelato durante l'evento di presentazione, tuttavia secondo il blog dell'analista Ming-Chi Kuo (tra i più affidabili) il nuovo iPhone costerà il 15% rispetto a quelli fissati per gli iPhone 13 dell’anno scorso. Questo vuol dire, in pratica, che rispetto all’iPhone 13 Pro Max, che costa 1.289 euro nella versione base da 128 Gb di memoria acquistare un iPhone 14 Pro Max “base” costerà circa 1.485 euro. 

Apple, il nuovo Iphone sarà prodotto in Vietnam e non in Cina? 

L'indiscrezione arriva mentre il quotidiano vietnamita Toui Tre News riporta che Apple ha avviato trattative con alcuni dei suoi fornitori per produrre l'Apple Watch e il MacBook in Vietnam con l'obiettivo di ridurre la sua dipendenza dalla Cina. Un rumor che sembrerebbe confermare le indiscrezioni che circolano da mesi sulla volontà di Apple di guardare al di là della Cina. Il Vietnam è una delle alternative più appetibili per Cupertino. Il paese, insieme all'India, è da tempo in pole position per Apple.

La partita però è difficile. Da una parte Cupertino vorrebbe limitare la sua esposizione alla Cina per i lockdown ma anche per le tese relazioni fra Washington e Pechino e per la mancata condanna cinese della guerra della Russia in Ucraina. La Cina però offre a Cupertino dipendenti altamente qualificati a basso costo e soprattutto rappresenta un quinto delle sue vendite globali. Sulla carta l'India sarebbe il paese meglio posizionato per 'sostituirè almeno in parte la produzione cinese.

Alcuni dei fornitori di Cupertino sono infatti già presenti nel paese dove producono iPhone per il mercato locale in forte crescita. Uno dei maggiori problemi che l'India presenta è però quello di rapporti tesi con la Cina, il che rende le relazioni commerciali fra i due paesi difficili. Proprio per questo alcuni contractor di Apple starebbero valutando un'eventuale espansione in Vietnam o in altri paesi del sud est asiatico. 


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 17 Agosto 2022, 21:02
© RIPRODUZIONE RISERVATA