Apple Keynote del 15 settembre: l'evento fra AirPods e nuovi iPad

Apple Keynote del 15 settembre: l'evento fra AirPods e nuovi iPad

Il 12 per Apple sarà l’iPhone ritardatario. Il Coronavirus ha cambiato i piani della società di Cupertino, che con probabilità non presenterà il suo nuovo melafonino nell’evento del prossimo 15 settembre. Evento già di per sé particolare e diverso dalle grandi conferenze stampa fiume in cui centinaia di giornalisti strabuzzavano gli occhi di fronte alla nuova generazione dei prodotti con la mela morsicata.

Un evento, quello del 15 settembre, che sarà probabilmente orfano dei nuovi telefoni: sarebbe quasi certo infatti che la casa di Cupertino presenterà i nuovi iPhone in un secondo momento, con il lancio che potrebbe tenersi il 12 ottobre o il 19 ottobre. In questa data dovrebbe essere presentati il modello “base” del nuovo melafonino; per gli altri due formati, compreso il top di gamma, invece si aspetterà molto probabilmente fino a novembre.

Il Keynote del 15 settembre: fra AirPods e nuovi iPad

Nell’evento annuale di Apple non mancherà la nuova generazione di Watch, la sesta, che dovrebbe introdurre anche l’utilissima rilevazione della saturazione sanguigna degli utenti (uno dei valori più importanti da tenere sotto controllo contro il Coronavirus) e una serie di nuove features, come nuovi percorsi di allenamento, migliori rilevazioni del sonno e il divertente riconoscimento del lavaggio delle mani, con tanto di timer e messaggi di congratulazioni. Migliorata anche la rilevazione delle calorie degli utenti durante le varie attività, con l’ausilio non solo del rilevatore del battito cardiaco, ma anche del giroscopio e degli altri sensori che l’accessorio da polso conterrà. Per i viaggiatori poi le indicazioni di Maps arriveranno direttamente sul quadrante del Melalogio, senza dover ricorrere sempre allo smartphone.

Insieme al nuovo sistema operativo WatchOs 7 saranno presentate le nuove attesissime AirPods Studio, nate dall’acquisizione della Mela del brand Beats. Si dovrebbe trattare delle prime cuffie a padiglione prodotte dalla casa della mela, che fino ad ora aveva prodotto solo auricolari (il prezzo dovrebbe aggirarsi sui 350 dollari per gli Stati Uniti).

Previsto poi il lancio del nuovo MacOs Big Sur, dal nome della famosa costa della California, ma anche di iOs 14, il sistema operativo che viene utilizzato da iPhone e iPad: a riguardo di questi ultimi, dovrebbero arrivare iPad 8 (stesse dimensioni del precedente, 10,2 pollici) e il nuovo iPad Pro, che dovrebbero invece sopportare già la tecnologia 5G. Per i nuovi iPad Mini si dovrà probabilmente attendere il 2021. Attesa ancora più lunga invece per i futuristici Apple Glass, che arriveranno fra 2 anni.

E per l’iPhone?

Ancora massima incertezza, ma sembra certo che il nuovo melafonino sarà disponibile in tre formati e quattro modelli, con due o tre telecamere. Non dovrebbe subire incrementi invece le dimensioni della memoria, che dovrebbero rimanere le stesse dell’attuale gamma 11.

 
Ultimo aggiornamento: Lunedì 14 Settembre 2020, 20:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA