Apple, come funziona e come guadagnare con il nuovo servizio di podcast
di Paolo Travisi

Apple, come funziona e come guadagnare con il nuovo servizio di podcast

Annunciato dall'evento globale Spring Loaded di Apple, il nuovo servizio Podcast è già realtà e promette di rivoluzionare il mondo dei creator di contenuti digitali, che saranno retribuiti in base all'audience raggiunta. Un cambiamento non da poco nella policy di Apple che rilancia la monetizzazione diretta, per spingere la creatività, sperando in una varietà tale di contenuti da invogliare ad un uso diffuso di Apple Podcast Subscription, questo il nome del servizio che sarà disponibile in 170 paesi, ovviamente anche in Italia.

 

 

Proprio durante Spring Loaded, è stato sottolineato come i podcast in casa Apple siano nati ormai 15 anni fa, ma è quest'anno - complice l'obbligo domestico - che la voce ascoltata sta vivendo un nuovo boom. Il servizio Premium di Cupertino, punta a dare ai creator la massima libertà. Infatti è chi produce il contenuto a decidere cosa includere nell'abbonamento ed anche il prezzo, quali contenuti gratuiti concedere all'ascolto (magari con la pubblicità) e quali far pagare.

 

Se per gli utenti Apple basterà scaricare l'ultimo aggiornamento iOS 14.5, insieme al quale c'è un'app aggiornata che prevede la ricerca semplificata per categorie d'interesse, controllo e salvataggio dell'ascolto con la funzione Smart Play, oltre all'accesso ai canal podcast a pagamento, per i creator c'è un gettone d'ingresso.

 

19,99 euro l'anno è il costo da pagare per diventare poadcaster ed entrare in un mercato sconfinato e promettente; infatti per il primo anno, Apple lascerà il 70% dei guadagni al creator, trattendendo solo il 30% che scende a 15% dal secondo anno. Chiunque, dai grandi gruppi editoriali al podcaster indipendente può iscriversi sulla piattaforma e creare contenuti audio speciali. Semplice anche l'utilizzo; basta andare sul sito Apple Podcasts for Creators per ottenere tutte le informazioni per la creazione delle puntate. Attraverso una dashboard si creano e gestiscono i contenuti, e si possono controllare numeri e statistiche di ascolto e decidere quanto far pagare gli utenti. 

 


Ultimo aggiornamento: Domenica 2 Maggio 2021, 12:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA