Apple, presentati Watch Series 6 e i nuovi iPad. Per gli iPhone 12 bisognerà attendere
di Lorenzo Capezzuoli Ranchi

Apple, presentati Watch Series 6 e i nuovi iPad. Per gli iPhone 12 bisognerà attendere

Evento Apple: delusione iPhone ma il Keynote si salva con l’iPad Air. Pochi lanci, seppur sorprendenti, che però non tolgono un senso di delusione per quanto visto nel Keynote del 15 settembre. Nell’evento clou per l’azienda fondata da Steve Jobs, in cui vengono presentati tutti i nuovi prodotti dell’azienda con la mela, un evento che di solito durava due ore, o anche di più, in quasi un ora ha mostrato i nuovi Apple Watch e i nuovi iPad. Grande assente, come anticipato da Leggo, l’iPhone 12. Niente iPhone quindi, ma vediamo cosa è stato presentato.
 
 

 
Apple Watch 6 e watchOs7
 Ad aprire l’evento c’è l’uomo che ha preso il posto di Steve Jobs al timone della Apple, Tim Cook. Il Ceo non esita subito a raccontare quanto l’Apple Watch fino ad ora sia “molto più di un semplice segnatempo, è l’orologio più amato al mondo”.
L’Apple Watch 6 viene equipaggiato con il sistema S6 con il processore A13 Bionic: si tratta dello stesso processore utilizzato per l’iPhone 11, ma adattato per un orologio. Nuovo anche il display, che adesso è del tipo always-on (sempre acceso, e non più attivato dal movimento del polso), più grande e oltre due volte più luminoso rispetto al Watch precedente. Molte le caratteristiche che potranno trovarsi sul display: dalle Memoji (le “faccine” basate sul nostro aspetto) all’altimetro in tempo reale, dall’organizzazione delle giornate alle decine di nuovi quadranti disponibili.


 
Per quanto riguarda il comparto estetico, sono quattro i nuovi colori in cui è disponibile il nuovo prodotto da polso di Cupertino: blu, oro, acciaio scuro e un nuovo rosso Product (Red).

Tutti rinnovati i sensori: sono quattro i gruppi led rossi, verdi ed infrarossi montati sulla cassa del nuovo Apple Watch, insieme a quattro fotodiodi, e che permettono di carpire maggiori informazioni e controlli sul nostro corpo. Il tutto attraverso il nostro orologio.



 Un orologio che si è basato sul sistema operativo watchOs, che oggi arriva all’aggiornamento numero 7: fra le funzioni principali della nuova versione, il contatore per il lavaggio delle mani. Un countdown con i numeri fatti di bolle di sapone si attiva quando l’orologio riconosce il rumore dell’acqua, la posizione o il movimento tipico del lavaggio, scandendone, il tempo minimo consigliato. Non solo, perché con Os7, Apple Watch permette di rilevare anche il Vo2 Max, il massimo consumo di ossigeno, parametro molto importante per verificare lo stato di salute del nostro corpo. Come? Tramite una serie di sensori che permettono di controllare, mantenendo solamente l’orologio al polso, anche la saturazione di ossigeno nel sangue. Un valore molto importante anche nella lotta contro il Coronavirus, e per la cui rilevazione bastano 15 secondi.

Presentati poi diversi cinturini, fra cui il Solo loop (un anello di silicone morbido e resistente, senza alcuna cerniera, disponibile in diversi colori e in ben 7 dimensioni) e il Yarn Solo loop (bracciale prodotto intrecciando filamenti di poliestere, eliminando anche qui la cerniera).



 Come ormai di consueto, accanto al nuovo top di gamma, Apple presenta il modello SE, quello a buon mercato e con minori funzionalità. Watch non ha fatto eccezione: il nuovo Apple Watch SE ha le stesse dimensioni del nuovo 6 - e quindi lo stesso display - ma monta il più vecchio chip S5.

 Il nuovo Apple Watch può essere ordinato già da oggi e sarà disponibile da venerdì (non in Italia, ancora) al prezzo di €439 per la versione solo GPS. 100 euro in più per la versione GPS+Cellular. Prezzi più bassi invece per la variante SE: 309 il GPS, 359 il GPS+Cellular.

Fitness + e Apple One
Watch è nato anche per insegnare i suoi proprietari a mettersi e mantenersi in forma. E adesso Apple punta ancora di più sugli abbonamenti. Dopo iCloud, Apple TV + e Apple News è arrivato il servizio in abbonamento che ti aiuta ad allenarti: si chiama Fitness + e nel pacchetto sono inclusi musica e circuiti di allenamento suggeriti da allenatori professionisti. Il servizio funziona con Watch, iPhone e Apple Tv: ogni display può mostrare, oltre ai circuiti degli allenatori, anche i dati biometrici relativi all’allenamento e gli obiettivi di movimento giornalieri. Con Fitness + non si faranno solo pesi: sono previsti allenamenti anche per ciclismo, yoga, ad alta intensità, canottaggio e molto altro. Promessi nuovi circuiti ogni settimana, anche quelli che non necessitano di alcuna attrezzatura. Il costo comunicato di Fitness + per il mercato americano è di 9.99 al mese o 79.99 l’anno. L’abbonamento potrà essere allargato ai membri della propria famiglia ristretta senza ulteriori costi.

 Gli abbonamenti della Mela però iniziano ad essere troppi. Per questo a Cupertino hanno deciso di presentare anche Apple One: iCloud, Apple Music, Apple TV+, Apple Arcade, Apple News+, Apple Fitness+ tutti dentro un unico, grande pacchetto a disposizione degli utenti che più utilizzano i prodotti di Cupertino. Il pacchetto base con un singolo utente, con 50 gb di archiviazione su iCloud parte da 14,95 dollari al mese. Se vi sembra “poco” lo spazio di a vostra disposizione, ci sono piani che arrivano fino a 2 tera…

 
iPad e iPad Air
Lo stupore maggiore forse è stato conservato per il finale di questo evento, dove sono stati presentati i nuovissimi modelli di iPad. Un mercato che Apple ha dapprima “inventato” e che poi ha conquistato, vendendo oltre mezzo milione di dispositivi in meno di 10 anni.

Nella nuova serie, Apple brevetta sulla sua tavoletta il chip A12 bionic, con una CPU che è il 40% più veloce e con una grafica due volte migliore rispetto ai precedenti; dimensioni invariate, con una diagonale da 10,2 pollici. Deludono le fotocamere: solo 1,2 mp la frontale, 8 per la posteriore. Migliorata invece la comprensione dei gesti di Apple pencil: ora se qualcuno fosse tentato di scarabocchiare la parola scritta erratamente, adesso iPad la cancella, come fosse davvero la parola da un foglio. Serve evidenziare un concetto? Basta cerchiarlo. Uno strumento che è pensato anche e soprattutto per lavoratori e studenti: per questo il prezzo per lo store education sarà di 299 dollari, 100 in meno rispetto alla versione “a costo pieno”. In Italia i prezzi saranno di 389 euro per la versione base GPS e di 529 euro per la versione Cellular.

 Ma eccola, la sorpresa dell’evento, è il nuovo iPad Air, finalmente un ottimo compromesso fra iPad base e il Pro, già lanciato precedentemente. Una tavoletta tutta nuova, a partire dal colore della scocca, che ora permette di scegliere fra 5 colori: nero, bianco, verde lime, celeste e rosa. Il design del nuovo iPad ricorda, come dovrebbe vedersi anche sul futuro iPhone 12, un ritorno alla cornice di metallo che già Cupertino presentò ai tempi dei suoi Melafonino 4 e 5. Niente Face Id ma un Touch Id ben nascosto elegantemente sul bordo del tablet, nel tasto di blocco dello schermo da 10,9 pollici: una scelta tanto elegante quanto pratica.

Debutta, a sorpresa, il nuovo chip Bionic A14: bruciata così la presentazione del nuovo hardware che dovremmo trovare anche nell’attesissimo iPhone 12.

 Prezzi: 669 per la versione GPS, 809 per la base GPS+Cellular.
Ultimo aggiornamento: Martedì 15 Settembre 2020, 22:47
© RIPRODUZIONE RISERVATA