Wimbledon, Berrettini cede un set ma avanza al secondo turno con Sonego e Mager. Fognini già al terzo. Camila Giorgi, super esordio

Wimbledon, Berrettini cede un set ma avanza al secondo turno con Sonego e Mager. Fognini già al terzo. Camila Giorgi, super esordio

Tanta Italia nel day 3 di Wimbledon: dei 7 azzurri in campo tra primo e secondo turno ne passano 5 compresa Camila Giorgi nel tabellone femminile. Con la pioggia che ha finalmente rinunciato ad essere protagonista il primo a scendere in campo è stato il numero uno italiano Matteo Berrettini, «atteso al varco» dopo il trionfo al Queen's di dieci giorni fa. Il 25enne romano, 9 del ranking e 7 del seeding, non ha deluso le aspettative imponendosi 6-4 3-6 6-4 6-0 in due ore e 16 minuti, sull'argentino Guido Pella, n.59 ATP, uno che sull'erba ci sa giocare. 

 

Tra i big tutto facile per tutto facile per Novak Djokovic che passa al terzo turno superando il sudafricano Kevin Anderson 6-3, 6-3, 6-3, dopo un'ora e 41 minuti di gioco.

 

 

Tornando al tennista romano solita mega prestazione al servizio: 20 ace contro 3 doppi falli, 61% di prime in campo con l'84% dei punti conquistati ed il 62% dei punti vinti anche con la seconda. Un solo turno di servizio ceduto e 46 vincenti a fronte di 29 gratuiti (21 contro 24 il bilancio di Pella). «So che ho il livello, che ho le armi per andare molto avanti nel torneo. Ed anche la mentalità per arrivare in fondo. Ma, come avete visto anche oggi, ogni partita è una lotta, ogni partita è davvero difficile. Adesso devo andare per gradi. Devo solo pensare alla partita di domani. Certo, mi piacerebbe fare un percorso lungo, ma passo dopo passo. So che posso farcela, ma so anche che sarà dura», ha detto Berrettini che al secondo turno troverà il lucky loser olandese Botic Van De Zandschulp, n.139 del ranking, mai affrontato prima in carriera.

 

È un amante del tennis sui prati anche Lorenzo Sonego, n.27 del ranking e 23 del seeding, che ha regolato al primo turno per 62 75 60, in un'ora e 48 minuti, il portoghese Pedro Sousa, n.121 ATP. Al secondo turno il 25enne torinese troverà il colombiano Daniel Elahi Galan, n,112 del ranking, alla prima presenza nel main draw di Wimbledon.

 

Avanza anche Gianluca Mager che staccato il pass per il secondo turno. Il 26enne sanremese, n.77 ATP, alla prima partecipazione al main draw (seconda complessiva), si è imposto per 76(3) 60 46 63, in poco meno di due ore e mezza di gioco, sull'argentino Juan Ignacio Londero, n.129 del ranking. Al secondo turno Mager dovrà vedersela con l'australiano Nick Kyrgios, n.60 ATP, che dopo una lunga «pausa di riflessione» è rientrato nel tour eliminando in cinque set il francese Ugo Humbert, n.25 del ranking e 21 del seeding. Tra i due non ci sono precedenti. 

 

Nulla da fare, invece, per Salvatore Caruso, alla quinta partecipazione (la seconda nel main draw): il 28enne di Avola, n.96 ATP, ha ceduto 76(5) 76(1) 61, dopo oltre due ore e mezza di lotta, al croato Marin Cilic, n.37 del ranking e 32 del seeding. Eliminato - ma al secondo turno - anche Andreas Seppi, n.90 ATP, che giocava il 64esimo Slam consecutivo (65esimo complessivo). Il 37enne di Caldaro è stato sconfitto per 6-2 6-4 6-2, in poco più di un'ora e mezza di gioco, dallo statunitense Denis Kudla.

 

Tra gli azzurri a chiudere è Fabio Fognini che approda al,terzo turno: il n.31 del ranking e 26 del seeding supera il serbo Laslo Djere, n.55 ATP in quattro set con il punteggio di 6-3, 6-4, 0-6, 6-4.

 

Per Passando al tabellone femminile, è stato un esordio piuttosto convincente quello di Camila Giorgi a Wimbledon, terzo Slam stagionale di scena sui campi in erba dell'All England Club. La 29enne di Macerata, n.62 WTA, ha liquidato per 62 62, in 64 minuti, la svizzera Jil Teichmann, n.55 WTA. Giorgi ha messo a referto 20 vincenti contro 11 gratuiti: 10 contro 20 il bilancio della sua avversaria. Al secondo turno troverà la ceca Karolina Muchova, n.22 del ranking e 19 del seeding, che al suo primo main draw a Wimbledon, due anni fa, raggiunse i quarti.

 


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 30 Giugno 2021, 20:58
© RIPRODUZIONE RISERVATA