Djokovic esentato dal vaccino agli Australian Open, quando la pandemia non è uguale per tutti

Djokovic esentato dal vaccino agli Australian Open, quando la pandemia non è uguale per tutti

Novak Djokovic, numero 1 del tennis mondiale, disputerà gli Australian Open di tennis. Li ha vinti nove volte, non sarebbe una novità la sua partecipazione. Invece lo diventa ai tempi del Covid, soprattutto perché il campione serbo, è noto a molti, non si è mai vaccinato. Niente vaccinazione, niente Australian Open: così è la regola da rispettare, anche nel Grande Slam di Melbourne. Così non sarà. Fino a ieri eravamo tutti convinti che Djokovic, per coerenza con le sue idee no vax, avrebbe rinunciato a disputare il torneo. Invece, ieri è partito per l'Australia; lo ha annunciato in un post sulla sua pagina Instagram, con una sua foto sorridente all'aeroporto. Il campione ha fatto domanda e ottenuto un'esenzione medica che gli è stata concessa da due diversi Comitati tecnici australiani ed è partito. Una scappatoia in piena regola, un furbo escamotage per dirla con eleganza. Quella foto irridente e quel suo post fintamente buonista hanno reso furiosi i suoi tifosi, delusi dal proprio campione. Djokovic in gara a Melbourne è diventato così il perfetto spot per chi non vuole rispettare le regole, per chi è ricco e potente e sa aggirare i divieti.

Gli australiani sono in piena ondata di pandemia legata alla variante Omicron e anche ieri hanno battuto ogni record di positivi al Covid, con oltre 50mila casi. Siamo certi: quando scenderà in campo, Djokovic avrà meno tifosi di quanto immagina.

Djokovic giocherà agli Australian Open: concessa esenzione medica dal vaccino


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 5 Gennaio 2022, 12:40
© RIPRODUZIONE RISERVATA