Tennis, Martina Trevisan: «Dopo l'exploit al Roland Garros, voglio continuare a stupire»
di Fabrizio Ponciroli

Tennis, Martina Trevisan: «Dopo l'exploit al Roland Garros, voglio continuare a stupire»

Grazie al suo recente exploit al Roland Garros, dove ha raggiunto i quarti di finale (prima a riuscirci dopo Sara Errani nel 2015), Martina Trevisan è finita sotto i riflettori. Complimenti e applausi ma il difficile arriva ora. Leggo l'ha intervistata in esclusiva a un evento griffato Le Coq Sportif.

Martina, ha metabolizzato quello che ha combinato all’Open di Francia?

“Si, con il passare dei giorni mi rendo sempre più conto di quello che ho fatto. Non se l’aspettava nessuno”.

Il momento più esaltante e quello più difficile della cavalcata in terra francese?

“Di momenti esaltanti ce ne sono stati tanti, quindi è difficile sceglierne uno. Il più difficile? La prima partita di qualificazione contro Sachia Vickery. Ero sotto 1-3 ma sono riuscita comunque a vincere. La prima partita è sempre la più difficile”.

Intanto è entrata nella Top100 WTA…

“Era uno degli obiettivi che mi ero prefissata ma resto con i piedi ben saldi per terra. Ovviamente cambierà la programmazione della stagione. Ci sarà più attenzione nei miei confronti, questo è chiaro ma io resto la solita di sempre”.

Cosa fa Martina quando non gioca a tennis?

“Ho un debole per la moda. Quando posso, mi piace fare shopping. Poi mi basta stare con gli amici, con il mio ragazzo, cose semplici”.

Una serie TV che le è rimasta nel cuore?

“Mi è piaciuta molto la serie You. Sto aspettando la nuova stagione…”.

Torniamo al tennis. Obiettivi futuri? Vincere un torneo? Migliorare ulteriormente il ranking?

“Sicuramente voglio continuare a migliorare ma niente obiettivi definiti. Penso a lavorare sodo tutti i giorni”.

A chi deve dire grazie per quanto sta facendo?

“A me stessa ovviamente ma devo molto anche al mio team. Dall’allenatore al mental coach… Ognuno mi sta aiutando a crescere sotto tutti i punti di vista”.


Ultimo aggiornamento: Venerdì 9 Ottobre 2020, 15:21
© RIPRODUZIONE RISERVATA