Martina Trevisan ok al Roland Garros: «Bravi Sinner e Berrettini, ma anche noi azzurre voleremo»
di Marco Lobasso

Martina Trevisan ok al Roland Garros: «Bravi Sinner e Berrettini, ma anche noi azzurre voleremo»

La prima azzurra a superare il primo turno al Roland Garros è Martina Trevisan che ha battuto 6-0 6-2 la britannica Dart. Dopo le 5 vittorie in serie agli Open del Marocco (ora è n.58 del mondo) ecco il primo successo a Parigi e la striscia sale a sei, mentre i big italiani, Sinner, Sonego e Musetti, ancora non sono scesi in campo.
Parigi è la città di Martina. Nel 2020 è esplosa con i quarti di finale al Roland Garros, ora si ricomincia?
«Il Roland Garros nel 2020 mi diede la consapevolezza che ritornare sul circuito mondiale Wta era la scelta corretta. Adesso ci arrivo dopo il primo successo nel circuito a Rabat, un premio al lavoro svolto negli ultimi mesi. Il duro lavoro paga sempre e questo risultato ne é la testimonianza».
Ma Parigi è anche la città che ospiterà le Olimpiadi del 2024. A Tokyo Martina ha rinunciato per uno sfortunato infortuno. Tra due anni sarà rivincita?
«Non andare ai Giochi la scorsa estate è stata la delusione più grande della mia vita sportiva. Sono sicura che mi rifaró a Parigi, una città per me magica che mi regala sempre immense emozioni».
Il tennis italiano maschile è esploso con Berrettini e Sinner, e se anche quello femminile arrivasse presto in alto? Magari con la Trevisan capofila...
«Anche nel settore femminile siamo un gruppo molto affiatato, anche grazie a Tathiana Garbin, il capitano, che ci ha aiutato a costruire un team solido in Billie Jean Cup e a riportare l'Italia a giocarsela nel gruppo principale. I risultati di una sono sempre uno stimolo per le altre». Aspettiamoci belle sorprese.


Ultimo aggiornamento: Martedì 24 Maggio 2022, 08:35
© RIPRODUZIONE RISERVATA