Sinner, poker servito: Jannik domina anche ad Anversa. Mai nessun italiano come lui
di Marco Lobasso

Sinner, poker servito: Jannik domina anche ad Anversa. Mai nessun italiano come lui

Tutto in una domenica di fine ottobre. Jannik Sinner vince l'Atp Tour 250 di Anversa, quarto torneo del 2021 e diventa il primo italiano a riuscirci nella storia. Di più, da oggi sarà n.11 mondiale, vicinissimo alla top ten a soli 20 anni. Ancora, avvicina la qualificazione all'Atp Finals di Torino, il vecchio storico Masters.
L'altoatesino ha dominato l'argentino Diego Schwartzman, n.13 ATP e seconda testa di serie, imponendosi per 6-2 6-2, in appena un'ora e un quarto di partita. È il quinto trofeo messo in bacheca da Sinner in carriera su sei sfide per il titolo, l'unica persa fin qui quella del 1000 di Miami lo scorso aprile (contro Hurkacz). Un risultato importante per il tennista seguito da coach Riccardo Piatti, a caccia di punti per la Race to Turin, la classifica che seleziona gli otto protagonisti per le Nitto ATP Finals di novembre: con i 250 punti del vincitore l'altoatesino scavalca Cameron Norrie al decimo posto (in pratica nono, dato il forfait annunciato con largo anticipo da Nadal).
Saranno decisivi, dunque, i risultati nel 500 di Vienna che inizia oggi e poi nel 1000 di Parigi Bercy.
È stato un autentico percorso netto, quello del 20enne di Sesto Pusteria ad Anversa, senza lasciare per strada alcun set: dopo il successo nel derby tricolore di secondo turno (per lui l'esordio) contro Lorenzo Musetti, n.69 del ranking, la vittoria nei quarti sul francese Arthur Rinderknech, n.65 ATP, il successo in semifinale sul sudafricano Lloyd Harris, n.32 del ranking e settimo favorito del seeding, letteralmente annientato dal tennis esplosivo dell'azzurro, stessa sorte occorsa nel match clou all'argentino. «Mi sentivo bene dall'inizio e ho provato a spingere la palla contro un avversario solido come Diego, e penso di esserci riuscito bene», ha detto Sinner, calmo calmissimo eppure diventato l'idolo dei tifosi, non solo in Italia. Ad Anversa, in finale, erano tutti pazzi per lui.


Ultimo aggiornamento: Lunedì 25 Ottobre 2021, 08:26
© RIPRODUZIONE RISERVATA