Zurigo-Napoli, Ancelotti scuote tutti:
«Non sarà un anno di transizione»
di Bruno Majorano

Zurigo-Napoli, Ancelotti scuote tutti:
«Non sarà un anno di transizione»

Inviato a Zurigo

Domani il Napoli torna in campo in Europa con la gara di andata dei sedicesimi di finale di Europa League. Si gioca sul campo dello Zurigo e per Ancelotti, specialista nelle competizioni europee, sarà la prima volta da allenatore in Europa League.

«La scelta del portiere è legata alle condizioni fisiche, Ospina non è stato bene e se sta bene gioca lui, altrimenti gioca Meret. Le prestazioni ci sono state sempre e questo non ha portato all'efficacia nella fase realizzativa. Quello che è mancato nelle ultime gare fuori casa è stato solo il gol. Se il problema è psicologico non lo so. Sicuramente con un po' di efficacia in più i risultati sarebbero stati diversi. Per gli attaccati ci sono momenti sì e momenti no. Milik lo ha avuto e si è ripreso, e lo stesso vale anche per Lorenzo. L'Europa League può essere la certificazione di una stagione positiva. Vincere non sarà facile perché è una competizione lunga. Siamo consapevoli delle nostre carte da giocare. Ma siamo tutti molto soddisfatti. Possiamo fare di più e quel di più ci può aiutare a vincere la coppa. Questa squadra ha un futuro, abbiamo un gruppo abbastanza giovane. Hamsik ha lasciato ma entreranno dei giovani. C'è la volontà di migliorare questa squadra e di essere competitivi fino alla fine. Non voglio che questo sia un anno di transizione. In Champions non si poteva fare di più. Ma questa è un'altra competizione che andrà giocata con lo stesso spirito. Ora pensiamo a passare questo turno e poi si vede. I giocatori delle grandi squadre sono abituati a giocare gare ravvicinate, quindi non avremo alcun problema. Lo Zurigo ha una mentalità propositiva ed è difficile per me cosa deve fare per migliorare. Hamsik? Sono rimasto a domenica sera: l'ho salutato e non l'ho più rivisto. Non è stato definito tutto, ma andrà come era stato messo in preventivo». 
 

Ultimo aggiornamento: Giovedì 14 Febbraio 2019, 07:58
© RIPRODUZIONE RISERVATA