Il Bologna ribalta la Lazio all'Olimpico, finisce 1-2: Zirkzee decisivo, a Sarri non basta Isaksen

Crollo casalingo col Bologna per la Lazio che ora si allontana di 8 punti dal quarto posto

Il Bologna ribalta la Lazio all'Olimpico, finisce 1-2: Zirkzee decisivo, a Sarri non basta Isaksen

di Valerio Marcangeli

Partita a due facce e crollo pesante in zona Champions League. La Lazio domina la prima frazione contro il Bologna e passa in vantaggio con Isaksen. Il danese sembra indirizzare la gara nel modo giusto per i biancocelesti, ma i rossoblù restano ancorati, pareggiano con El Azzouzi e portano a casa tre punti con Zirkzee. Un tonfo che per la squadra di Sarri vale 8 punti di distanza dal quarto posto e tante polemiche per la direzione di Maresca.

Sinner-De Minaur, orario e dove vedere la finale di Rotterdam: Jannik è già numero 3 al mondo

Lazio avanti con Isaksen, ma spreca. Il Bologna risponde con El Azzouzi

Pronti, via Sarri il Bologna cerca di imporre il proprio gioco e si fa vedere con un destro da fuori di Ferguson, mentre la Lazio risponde con una grande doppia occasione vanificata da Immobile, ma perde Patric all’11’ per infortunio (entra Casale). Due minuti dopo c’è un’altra possibilità che stavolta Immobile non sbaglia, a fermarlo è l’assistente per un lieve fuorigioco, ma 5 minuti arriva il vantaggio. Ciro si trasforma in Felipe Anderson e regala a Isaksen l’assist per il gol del meritato vantaggio. Il danese è in giornata e al 31’ sfiora la doppietta personale, ma Skorupski si supera sul suo mancino a giro spedendolo in angolo. Il Bologna non riesce a uscire dalla pressione della squadra di Sarri, ma al 37’ torna a farsi vedere con un’insidiosa punizione di Saelemaekers e due minuti dopo pareggia grazie ad El Azzouzi, ma pesa il doppio errore di Provedel e Luis Alberto sul giro palla. Un colpo pesante da incassare per la Lazio dopo un primo tempo domani e che rischia comunque di finire in vantaggio con Guendouzi, ma Lucumì salva tutto sulla riga prima delle grandi polemiche per un possibile rigore non concesso a Isaksen dopo un contatto con Ferguson.

La Lazio cala e il Bologna si prente i tre punti con Zirkzee

Al rientro in campo il Bologna è molto più vivo rispetto alla prima frazione ci prova subito con Ferguson, Zirkzee e due volte con Posch, lasciato colpevolmente solo su angolo. La Lazio sembra in difficoltà, così Sarri inserisce Castellanos e Pedro per dare nuova linfa alla fase offensiva, mentre Motta punta su Ndoye, Aebischer e Urbanski. I rossoblù lasciano pochi sbocchi ai biancocelesti che si espongono troppo e al 79' subiscono il secondo gol. L'ennesima uscita a vuoto di Marusic sulla fascia permette a Kristiansen di crossare indisturbato per Zirkzee che di prima intenzione lascia di stucco Provedel. Nel finale per difendere il risultato dà spazio anche a Calafiori e Lykogiannis, ma la Lazio crea poco o nulla e il Bologna porta a casa tre punti fondamentali per la corsa alla Champions League.


Ultimo aggiornamento: Domenica 18 Febbraio 2024, 15:27
© RIPRODUZIONE RISERVATA