Vanessa Ferrari argento a Tokyo 2020: l'atleta nella storia della ginnastica artistica italiana
di Silvia Natella

Vanessa Ferrari argento a Tokyo 2020: l'atleta nella storia della ginnastica artistica italiana

Vanessa Ferrari è medaglia d'argento a Tokyo 2020. L'atleta entra nella storia della ginnastica artistica italiana guadagnando il podio. Alla finale del corpo libero si è classificata seconda con un esercizio che può essere considerato il suo migliore di sempre sulle note di “Con te partirò” di Andrea Bocelli. Per la giuria allo stadio Olimpico di Tokyo ha totalizzato un punteggio di 14.200. Per l'azzurra, alla sua quarta partecipazione, è la prima medaglia olimpica.

 

Leggi anche > Jacobs-Tamberi, oggi la premiazione e la consegna delle medaglie d'oro: orario e tv

 

 

 

 

Vanessa Ferrari argento a Tokyo 2020

L'oro è stato vinto dall'americana Jade Carrey (14.366). Alle spalle dell'azzurra (14.200) si è classificata la giapponese Mai Murakami (14.166) pari merito con la russa Melinkova. Vanessa, 30 anni, entra di diritto nella storia della ginnastica artistica azzurra poiché in questa disciplina le medaglie mancavano dal 1929.

 

 

Vanessa Ferrari, la storia

Vanessa entra nella storia non solo per la medaglia d'argento, ma per come ha conquistato il podio dopo cinque interventi chirurgici, l'ultimo al tendine di achille. In questa stagione ha avuto anche il Covid. Sembrava tutto perduto, ma è riuscita a salire sul podio. 

 

 

«Se l'americana era battibile? Io sono partita che volevo far suonare l'inno e puntare all'oro. Ho puntato principalmente sull'esecuzione, ho avuto tantissimi problemi ai piedi era difficile, potevo anche fare un esercizio più difficile di questo ma non so se la giuria lo avrebbe pagato così, quindi è andata bene». Lo ha detto l'azzurra Vanessa Ferrari dopo aver conquistato la medaglia d'argento nel corpo libero ai Giochi di Tokyo 2020. «Se mi è tornato in mente Rio e Londra? Mi ha fatto rimanere male, due terzi posti ex aequo qui li hanno premiati e perchè a Londra a me no. Ci sarà una spiegazione. Guardano più criteri e quando lo capirò mi metterò il cuore in pace», ha aggiunto la Ferrari. «L'errore della Andrade? Vedendo il punteggio che le è uscito, ha sbagliato un pochino ma aveva il mio stesso valore di partenza e non mi sembrava che lo avesse eseguito così bene come lo avevo fatto io. Ho fatto tutto quello che potevo fare al meglio».

 

 

 

 

 


Ultimo aggiornamento: Lunedì 2 Agosto 2021, 14:08
© RIPRODUZIONE RISERVATA