Paralimpiadi, pioggia di medaglie per l'Italia del nuoto: due ori, tre argento e un bronzo

Paralimpiadi, pioggia di medaglie per l'Italia del nuoto: due ori, tre argento e un bronzo

I Giochi Paralimpici di Tokyo 2020 non potevano iniziare meglio per l'Italia. Dopo la prima giornata di gare con all'attivo cinque medaglie, la squadra del nuoto azzurro è tornata in vasca all'Aquatic Centre di Tokyo e il bottino è già di due ori, tre argento e un bronzo. 

 

Leggi anche > Paralimpiadi, l'Italia a 5 medaglie nel primo giorno: due ori, un argento e due bronzo. Tutte dal nuoto

 

Dopo i due ori, un argento e due bronzi conquistati ieri, il nuoto azzurro conquista ancora medaglie e il medagliere italiano sorride. Il protagonista assoluto è sicuramente Francesco Bocciardo che, dopo l'oro nei 200 stile libero nella categoria S5, si ripete anche nella distanza più corta e trionfa nei 100 sl

 

Quella del 27enne genovese è la sesta medaglia italiana, di cui la terza d'oro e due di queste portano la sua firma. L'Italia scala il medagliere paralimpico e al secondo giorno di gare è quinta ad un oro dal terzo posto.  

 

Stesso percorso per Monica Boggioni che, con ancora vive le emozioni per il bronzo di ieri nei 200 stile libero nella categoria S5, oggi ha replicato salendo sul terzo gradino del podio nei 100 sl nella categoria S4. Il medagliere, però, potrebbe ancora essere rimpolpato dal nuoto azzurro grazie Martina Rabbolini, nei 400 stile libero e a Carlotta Gilli nei 100 dorso, dopo lo splendido oro di ieri nei 100 farfalla. 


Luigi Beggiato ha vinto l'argento nei 100 in stile libero di nuoto categoria S4. Quella del 23enne è l'ottava medaglia degli azzurri in questi Giochi, la terza di questa seconda giornata di Giochi.

 

Arriva ancora dal nuoto il quarto oro dell'Italia alle Paralimpiadi di Tokyo. Lo conquista Stefano Raimondi nei 100 rana categoria S9. L'azzurro domina dalla prima all'ultima bracciata e tocca in 1'05″35 precedendo i russi Artem Isaev (1'07″45) e Dmitri Bartasinskii (1'08″06).

 

Carlotta Gilli torna sul podio. Dopo lo splendido oro nei 100 farfalla di ieri, la nuotatrice torinese conquista l’argento nei 100 dorso. Solo il record del mondo dell’americana Gia Pergolini le priva il gradino più alto del podio. Il suo 1’06”10 vale un argento in una gara che non è, di certo, la sua preferita. La 20enne campionessa italiana conquista la quinta medaglia di giornata su sei finali disputate dagli azzurri.

 

Un altro podio per l’Italia del nuoto. La staffetta 4x50 stile libero mista ha conquistato uno splendido argento. Giulia Terzi, Arjola Trimi, Luigi Beggiato e Antonio Fantin si sono presentati alla finale con il primo tempo di qualificazione, ma la Cina ha conquistato un oro incredibile abbattendo di quasi 5 secondi il precedente record del mondo. Giulia Terzi è partita fortissimo, è stata lei la prima a toccare il bordo della prima tornata, ma Arjola Trimi non ha potuto niente contro la seconda staffettista cinese che è fuggita verso il nuovo record del mondo (2’15”49). Beggiato e Fantin controllano il secondo posto e alla fine il tempo di 2’21”45 è il nuovo record italiano. Arriva la sesta medaglia di giornata e, al secondo giorno dei Giochi Paralimpici di Tokyo, sono 11 le medaglie per l’Italia.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 26 Agosto 2021, 15:11
© RIPRODUZIONE RISERVATA