Italia-Germania di basket, alle Olimpiadi grandi azzurri: vittoria 92-82 in rimonta. Melli: «Clamoroso, sensazione stupenda»

Video

Vince nella mattinata azzurra dei Giochi Olimpici di Tokyo 2020 l'ItalBasket di Romeo Sacchetti, che dopo aver strappato un inaspettato pass ai cinque cerchi, continua a sorprendere il basket mondiale freddando la Germania. Finisce 92 a 82 per Gallinari e compagni, che fissano il punteggio finale su un largo +10 che non redne giustizia nè alla drammaticità dell'incontro (in termini sportivi) nè alla prestazione dei tedeschi, davanti nello score per più di tre quarti e mezzo. 

Ma non è bastato, perché l'orgoglio italiano, maturato anche e soprattutto durante un preolimpico dal sapore storico, viene nuovamente fuori nel quarto periodo, quando sono i due Nba (uno ormai ex) Melli e Gallinari a prendere per mano gli azzurri, mettendo a tabellone punti del sorpasso e dell'allungo. Ottima anche la prestaizone di Fontecchio, miglior realizzatore azzurro con 20 punti e con un 5 su 5 dalla lunga distanza, con l'ultima tripla che è quella del definitivo sorpasso sull'83-82 azzurro.

Parola ai protagonisti

A fine incontro hanno parlato i due coleader della nazionale azzurra Gallinari e Melli, che hanno trascinato i loro più giovani ed inesperti compagni alla vittoria nell'esordio, soprattutto nel quarto periodo, quando hanno segnato canestri decisivi e gestito possessi importanti: «Abbiamo fatto una buona partita, anche se abbiamo iniziato così così e loro hanno avuto grandi percentuali da fuori nel primo quarto ed hanno tirati bene - dice il talento classe '88 degli Atlanta Hawks -. Noi siamo stati comunque li e abbiamo continuato a giocare bene in difesa, soprattutto nell'ultimo quarto con più energia e furbizia anche in alcune situazioni difensive e siamo stati bravi a chiuderla alla fine anche con canestri importanti».

 

Va meno sul tecnico invece il neoacquisto dell'Olimpia Milano, che alla prima da Capitano sfoga tutte le sue emozioni: «È incredibile. Mi hanno chiesto cosa si prova a vincere la prima gara alle Olimpiadi da capitano. È clamoroso, una sensazione stupenda. Poi abbiamo sofferto tutta la partita, eravamo sotto e siamo venuti fuori alla distanza, sono fiero di essere capitano di questa squadra qua»


Ultimo aggiornamento: Lunedì 26 Luglio 2021, 10:47
© RIPRODUZIONE RISERVATA