MotoGp, la rabbia di Morbidelli: «Zarco è un mezzo assassino. Quella frenata non si fa»

MotoGp, la rabbia di Morbidelli: «Zarco è un mezzo assassino. Quella frenata non si fa»

Non ha usato giri di parole Franco Morbidelli. «Zarcoè un mezzo assassino». Il pilota italiano stretto dall'avversario è caduto durante il Gp d'Austria e la sua moto è schizzata in aria, sfiorando gli accorenti Valentino Rossi e Maverick Vinales. Sottoposto a una Tac, morbidelli non ha riportato conseguenze gravi, ma dovrà rimanere sotto osservazione per le prossime 24 ore. Un incidente choc, che ha tenuto con il fiato sospeso spettatori e appassionati.

Incidente MotoGp, lo sfogo di Valentino Rossi: «Mai provata una paura così, Zarco l'ha fatto apposta»

A tranquillizzare tutti è stato proprio il 25enne romano: «Per l'incidente che ho fatto - spiega ai microfoni di Sky - sto bene». Poi la stoccata all'avversario: «Fare una frenata simile quando sei a 300 chilometri orari, signifca avere poco amore verso chi sta correndo con te. È stato molto pericoloso, per me, per lui e per chi arrivava, come Valentino Rossi e Maverick Vinales». A spiegare la dinamica, Morbidelli: «Al momento della mia frenata ha cambiato traiettoria, è stata una bella botta». Paura, ma nessun dubbio su quando tornerà in sella: «Già la prossima settimana».
   
Ultimo aggiornamento: Domenica 16 Agosto 2020, 18:07
© RIPRODUZIONE RISERVATA