MotoGP Misano, le pagelle: Bagnaia regale, sorpresa Bastianini. Quartararo limita i danni
di Daniele Petroselli

MotoGP Misano, le pagelle: Bagnaia regale, sorpresa Bastianini. Quartararo limita i danni

A Misano è ancora gioia Ducati. Vittoria e bis in due settimane per Pecco Bagnaia, che ha chiuso davanti a Fabio Quartararo e Enea Bastianini. Ora il piemontese ha ridotto a 48 i punti di distacco nel mondiale. Indietro Valentino Rossi, diciassettesimo.

 

MotoGp, capolavoro di Bagnaia, trionfa a Misano davanti a Quartararo. Terzo Bastianini

 

BAGNAIA 9: ancora una vittoria, ancora un trionfo fatto di talento e caparbietà. Ha sofferto nel finale il ritorno di Quartararo ma ha lottato come un leone. Ora è a 48 punti dal francese ma poco importa. Vederlo così è una gioia vera. REGALE

BASTIANINI 8: dalla dodicesima posizione una rimonta clamorosa per il pilota italiano, che ha azzeccato una gara praticamente perfetta. Il feeling con la Ducati aumenta e il futuro può finalmente essere roseo. SORPRESA

 

QUARTARARO 7: poteva perdere punti pesanti e invece il francese ha aspettato il suo momento e poi ha anche rischiato di arrivare a beffare Bagnaia. Limitati i danni, va bene così. TOSTO

 

MARQUEZ 6.5: il braccio destro ancora lo condiziona, ma alla fine arriva un quarto posto che fa morale. Non è ancora ai suoi livelli ma, nonostante tutte le difficoltà, è lì. LOTTATORE

 

MILLER 5: doveva provare a togliere punti pesanti a Quartararo per aiutare il compagno di scuderia invece è crollato da metà gara in poi, finendo anche fuori dal podio. Un vero peccato. SGONFIATO

 

ROSSI 5: la penultima volta davanti al suo pubblico, un GP nelle retrovie, recuperato nel finale con un 17° posto comunque che non premia il campione di Tavullia. DELUSO

 

DOVIZIOSO 5: ha guidato come sulle uova Andrea, al rientro con la Yamaha. Ma è anche normale, perché non ha mai preso prima d'ora la M1. Ultimo ma comunque soddisfatto per essere ancora lì. GUARDINGO

 

RINS 4: stava guidando la rimonta Suzuki ma ancora una volta, quando c'è da darci dentro e andare deciso all'attacco per punti pesanti, si è steso. Stagione nera. A TERRA


Ultimo aggiornamento: Domenica 19 Settembre 2021, 17:37
© RIPRODUZIONE RISERVATA