Moto Gp, Bagnaia campione del Mondo: chi è il primo italiano a vincere il titolo dopo Valentino Rossi

Appassionato di calcio e tifoso della Juventus, è fidanzato con Domizia Castagnini dal 2015

MotoGp, Bagnaia campione del mondo su Ducati. È il primo italiano a vincere dopo Valentino Rossi

di Sergio Arcobelli

Lo scenario era troppo ghiotto per fallire. A Pecco Bagnaia bastava arrivare nelle prime quattordici posizioni nel GP di Valencia per diventare campione del Mondo. Così è stato. Nono posto con Quartararo quarto, trionfa Rins, secondo Binder, terzo Martin. Per la quinta volta dalla sua creazione nel 2002, il motomondiale è stato deciso all'ultimo round della stagione, a Valencia, una vittoria storica per il pilota italiano - la prima - e anche per l’Italia che con l’accoppiata Bagnaia-Ducati eguaglia il risultato di Giacomo Agostini che trionfò nel 1972 in sella alla MV Agusta. L'ultimo italiano a vincere in Moto GP era stato Valentino Rossi nel 2009, ora nell'albo d'oro è iscritto anche il nome del venticinquenne torinese. 

Il profilo 

Nasce a Chivasso (provincia di Torino) nel 1997, nell’anno in cui l’ultimo italiano a trionfare in un motomondiale, Valentino Rossi, vinceva il suo primo titolo nella allora classe 125, con l’Aprilia. Gli inizi nelle categorie Minimoto e MiniGP sono da predestinato, nel 2009 diventa campione europeo, l'anno successivo corre nel campionato mediterraneo 125 PreGP classificandosi al secondo posto. L’esperienza al CEV e il terzo posto prima in 125 e poi in Moto3 precedono il debutto nel 2013 al Mondiale in Moto3. Cresciuto nel segno del mito di Vale, Pecco entra a far parte del “Team VR46” (squadra di motociclismo di proprietà di Rossi).

 

Quattro stagioni in Moto 3, poi nel 2017 il salto nella Moto 2 dove ritorna con il team italiano: arriva prima un quinto posto, poi il titolo di campione nel 2018 con Luca Marini come compagno di squadra secondo classificato. Pecco firma un accordo con Pramac in MotoGP per la stagione 2019/20 e fa il suo debutto su una moto Ducati: nei primi due anni arrivano un quindicesimo e un sedicesimo posto poi nel 2021 la firma con il Team Ducati, nello scorso anno il motomondiale va a Quartararo, ma Pecco arriva secondo distante 26 punti. Quest’anno la sfida dei due si è riproposta e ad avere la meglio è stato l'italiano: il titolo sembrava perso a giugno, nel momento in cui Bagnaia cade a terra e si ritrova a 91 punti di distacco dal francese. Il ducatista non si abbatte e torna più forte di prima collezionando quattro vittorie di fila e altri podi. Quartararo annaspa con la sua Yamaha. Dopo la vittoria in Malesia alla penultima gara, Bagnaia dispone di un vantaggio di 23 punti a Valencia, nell'ultimo atto di oggi. Un margine notevole che ha dovuto soltanto gestire. È lui il nuovo campione del mondo.

Curiosità e vita privata 

Il soprannome Pecco è dovuto alla sorella Carola: “Mi chiamava così da piccolo. Non riusciva a dire Francesco, mi chiamava ‘Pecco’ e da quella volta è rimasto così. Quando mi chiamano ‘Francesco’ a volte non mi giro" . Corre con il numero 63, tra i suoi idoli, oltre a Valentino Rossi, ci sono Troy Bayliss - #21 - e  Noriyuki Haga, il 63 - ha dichiarato il pilota - è stato scelto perché somma di tre 21. Tra i piloti più pagati in Italia, il suo stipendio si aggira sui 4,5 milioni di euro. È fidanzato con Domizia Castagnini dal 2015. Appassionato di calcio, tifa Juventus. 


Ultimo aggiornamento: Lunedì 7 Novembre 2022, 08:47
© RIPRODUZIONE RISERVATA