Marco Conidi: «Roma, ecco perché ti amo»

Marco Conidi: «Roma, ecco perché ti amo»

di Marco Conidi

ECCO PERCHÉ TI AMO
Ecco perché ti amo, perché solo tu sai giocare la tua miglior partita e perdere per un tiro in porta a 24 fatti
Ecco perché ti amo
Perché solo tu sai farmi capire che il nostro giocatore più atteso nel riscaldamento si fa male
E non potrà giocare
Come un presagio funesto di cui tenere conto
Ecco perché ti amo
Perché solo tu riesci ad ottenere rigori così lampanti da non essere visti
Riesci a non avere cartellini gialli e rossi ovviamente e ovviamente a favore
Ecco perché ti amo
Perché solo tu riesci ad avere un arbitraggio scandaloso che se capitato ad altri da domenica sarebbe in terza categoria
Ecco perché ti amo
Perché solo tu riesci a concedere a un ragazzino del 2003 la possibilità di stoppare aspettare e fare il tiro della vita senza essere marcato
Tiro che va a due all'ora
Ecco perché ti amo

Perché hai un mister che ci mette la faccia contro i soprusi a costo di farsi cacciare via per l'ennesima volta
Ecco perché ti amo
Perché ti specchi di una bellezza che ora non è quella reale
E nonostante questo hai il pubblico più bello del
Mondo
Che forse ora nemmeno meriti ma lo hai e ti ama come me incondizionatamente
Ecco perché ti amo
Perché sprechi 125 mila gol che devi fare e invece riesci a non fare
Ecco perché ti amo
Perché dai fiato a lamentosi polemiconi disfattisti
Portasfiga e rosiconi
Ma proprio li
Sei mia e di quelli che non scendono mai da un carro e che anzi più larghi stiamo meglio
Ecco perché ti amo
Sciocca meravigliosa sprecona immatura e folle Roma mia
Che non discuto mai fino in fondo perché a te ti si ama a prescindere e io questo faccio contro tutto e contro tutti
Ecco perché ti amo
Roma Amore Mio


Ultimo aggiornamento: Lunedì 19 Settembre 2022, 09:16
© RIPRODUZIONE RISERVATA