Ecco chi ha fatto lo shampoo ai big del Foro Italico da Sinner a Boris Becker: «Tutti scaramantici. Djokovic? Maniacale»

«La cosa che accomuna tutti i tennisti è la scaramanzia. C'è chi si taglia i capelli solo in certi giorni, altri che lo fanno solo a determinate ore. Per non parlare di chi viene dal parrucchiere solo insieme al proprio allenatore». Scherza GianMarco Tessier al telefono mentre, in una pausa dal suo lavoro, racconta vizi e virtu dei tennisti che lui ormai frequenta da oltre otto anni. 

 

Tessier, infatti, è il parrucchiere ufficiale degli internazionali di Tennis di Roma da quasi un decennio. "Sotto le sue forbici" sono passati campioni del calibro di Nadal, Djokovic, Zverev, Tsitsipas, Berrettini, Sinner e tanti altri, e anche qualche mito del passato come Boris Becker.  

 

 

 

«Ho ereditato il mestiere da mio padre e da mio zio. Abbiamo due saloni di parrucchiere, uno sulla Tuscolana e uno a Piazza di Spagna. Io - nel periodo degli Internazionali - mi trasferisco al Foro Italico per una decina di giorni. E quest'anno sono andato anche a Torino, alle Atp Finals».

 

Lei che ha modo di frenquarli da vicino, che tipi sono questi ragazzi sempre in giro per il mondo?

«Sono persone semplici, ragazzi alla mano, tutti molto disponibili. E tutti molto scaramantici».

 

In che senso: che scaramanzie hanno rispetto ai loro capelli?

 

«Mille scaramanzie. C'è chi si taglia i capelli solo in determinati giorni: magari solo il mercoledì. C'è chi invece viene solo in certi orari, o chi si taglia i capelli solo dopo averli fatti tagliare prima al proprio allenatore». 

 

Chi sono i più scaramantici?

«Stefanos Tsitsipas e Alexander Zverev. Il tedesco fa tagliare i capelli al suo allenatore solo quando lo dice lui. L'altro giorno il suo coach mi ha incontrato e mi ha detto di aver avuto il via libera  proprio oggi glieli ho tagliati».

Ha tagliato i capellil anche a Sinner?


«Non io, ma mio padre, Carlo».

 

Il giocatore italiano è scaramantico?

«Non tantissimo, anche se sotto sotto lo sono un po' tutti»

 

Invece chi è il più vanitoso?

«Non ce ne è uno in particolare che ci tiene più degli altri. C'è Djokovic che vuole sempre lo stesso taglio. Deve essere identico, è maniacale in questo». 

 

E Nadal? Dalla tv sembra avere i capelli un pochino radi...

«Nadal è un po' calvo ma ha fatto il trapianto. Ma quando hai pochi capelli, il trapianto non può farteli tornare folti come prima, anche se adesso sta meglio».

 

Con Nadal usa qualche accorgimento particolare, quindi?

«Il nostro modo di lavorare in questi casi è cercare di "coprire" bene dove gli spazi sono ampi, diciamo».

 

Una persona del circuito che le sta particolarmente simpatica? 

«Il papà di Tsitsipas: è molto disponibile e simpatico. L'altro giorno gli ho tagliato i capelli, poi ci siamo incontrati casualmente a pranzo. ha chiamato il figlio e me lo ha presentato dicendogli che portavo fortuna e che deve venire a tagliarsi i capelli. (E in effetti Tsisipas si è qualificato alle semifinali, superando il nostro Sinner, ndr)

 

E Berrettini? 

 

«Con lui ci conosciamo bene. Ci ho giocato a tennis insieme per tanti anni, è una persona semplice, alla mano. Ma vale per tutti. Sono tutti molto più semplici di quanto non sembri».

 

Ma lei quindi ha giocato a tennis? 

«Sì, sono stato anche classificato. Qui al Foro metto insieme le mie due passioni. Il tennis e il mio lavoro».

 

C'è qualcuno che si è mai lamentato del suo lavoro?

«No anzi, ringraziano tutti. Sono sempre super disponibili, loro non pagano e quindi li vedi tornare con dolci, gelati o cappellini per "sdebitarsi". A Torino un giocatore mi ha regalato una racchetta. E' un gesto che mi ha fatto un immenso piacere».

 

Chi era?

 

«Pierre-Hugues Herbert, ha vinto il doppio nelle Atp Finals di Torino. Siamo diventati buoni amici». 

 

Sono dieci anni che è al Foro Italico, avrà incontrato anche le sorelle Williams. Sono mai venute da lei?

«Si, hanno dei capelli molto lunghi, li tagliano pochissimo. Sono venute solo a fare due pieghe, non volevano che glieli tagliassi».

 

 


Ultimo aggiornamento: Sabato 14 Maggio 2022, 09:02
© RIPRODUZIONE RISERVATA